MELECHESH – Emissaries

Pubblicato il 17/11/2006 da
voto
6.5
  • Band: MELECHESH
  • Durata: 00:55:32
  • Disponibile dal: 28/10/2006
  • Etichetta: Osmose Productions
  • Distributore: Audioglobe

Gli emissari venuti dall’antico Medio Oriente sono loro, i Melechesh. Noti per aver avuto nella propria line up il leader degli Absu, Proscriptor, che comunque in questo album è presente in qualità di guest, i Melechesh hanno puntato sempre tutto su un thrash metal piuttosto grezzo dalle forti tinte esotiche. “Emissaries” in alcuni capitoli ha la capacità, non facile, di trasmettere l’atmosfera imperiale di grandi città gloriose del passato; qui respirerete l’arrogante violenza assira, la magniloquenza dello sfarzo babilonese, le atmosfere orientali suadenti e soprattutto l’inquietudine derivante dall’oscura mitologia sumera. Tutti questi sono elementi che un ascoltatore attento potrà ricavare dal nuovo CD dei Melechesh, ma non si tratta di una novità perché la band ha sempre avuto questo substrato originale. Sul piano squisitamente thrash, i Melechesh non hanno brillato troppo, rispolverando vecchie soluzioni ben note ai veterani del genere e anche la nuova release non sfugge a questa regola, ma una miglioria complessiva è tangibile nelle canzoni del nuovo “Emissaries”, che potrebbe benissimo essere considerato come la migliore release del gruppo. Purtroppo però, nonostante il gruppo abbia raggiunto una certa notorietà grazie al fatto di appartenere all’Osmose Prod., i Melechesh sono niente più che discreti e spogliati delle loro atmosfere mediorientali hanno ancora troppo poco da dire.

TRACKLIST

  1. Rebirth of the Nemesis (Enuma Elish Rewritten)
  2. Ladders to Sumeria
  3. Deluge of Delusional Dreams:Act.I Cast Tempest from the East
  4. Act II. Enlil's Retaliation
  5. Touching the Spheres of Sephiroth
  6. Gyroscope
  7. Double Helixed Sceptre
  8. The Scribes of Kur
  9. Leper Jerusalem
  10. Sand Grain Universe
  11. Emissaries and the Mysterium Magnum
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.