MERRIMACK – Omegaphilia

Pubblicato il 07/06/2017 da
voto
7.0
  • Band: MERRIMACK
  • Durata: 00:43:48
  • Disponibile dal: 09/06/2017
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Dopo cinque anni di silenzio ritornano a colpire nel segno i francesi Merrimack. Un colpo letale, quello dei blackster parigini, che finalmente ritornano ai loro massimi livelli registrando un album davvero cattivo. Difficile dimenticarsi di un lavoro del calibro di “Of Entropy And Life Denial”, ammantato dalle tenebre del religious black metal, ma nuovo “Omegaphilia”, dopo un paio di uscite discografiche non eccellenti, riporta lustro al quintetto diabolico transalpino. La produzione è stata curata nei minimi dettagli, esalta gli strumenti (in primis le trame oscure ordite dal basso) senza togliere nulla alla grande atmosfera soffocante che domina la release. Riff maestosi e passaggi da brividi si innalzano come un muro sonoro devastante già sin dall’opener “Cauterizing Cosmos”. In questi anni di inattività i Merrimack non si sono fossilizzati, ma il loro trademark è rimasto al passo con i tempi. Il loro black metal ha radici profonde, ma la band è stata davvero brava stavolta a donare al proprio songwriting un tocco di freschezza che non guasta mai. Non c’è da preoccuparsi, si rimane comunque all’interno del solco della tradizione e la parte finale (da capogiro) di “Apophatic Waeponry” lo dimostra. In alcuni capitoli di questo “Omegaphilia” sembra davvero di assistere ad un’invocazione demoniaca volta ad annunciare la fine del mondo. Non si tratterà di religious black metal, ma a momenti la sensazione è proprio quella che si prova ad ascoltare il filone più deviato della musica nera. I miasmi di “Sights In The Abysmal Lure” vi faranno rimanere senza respiro, ma la violenza di questo brano non è isolata, le rasoiate di “Gutters Of Pain” o le sfuriate presenti su “At The Vanguard Of Deception” sono solo alcuni momenti di picco di una violenza innata che i Merrimack hanno incanalato nel miglior dei modi su questa release. Questa band ci ricorda a quali livelli da anni ormai sia arrivata la scena black metal transalpina, se non la migliore di certo la più oscura e perversa. Album da ascoltare in una notte senza stelle.

TRACKLIST

  1. Cauterizing Cosmos
  2. The Falsified Son
  3. Apophatic Waeponry
  4. Gutters Of Pain
  5. Sights In The Abysmal Lure
  6. Cesspool Coronation
  7. At The Vanguard Of Deception
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.