MOLLY HATCHET – Battleground

Pubblicato il 22/12/2019 da
voto
7.0
  • Band: MOLLY HATCHET
  • Durata: 01:36:09
  • Disponibile dal: 29/11/2019
  • Etichetta: Steamhammer Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Quando si parla di dischi dal vivo i Molly Hatchet non scherzano, perché il nuovo “Battleground” è l’ottava release di questo tipo per la formazione di Jacksonville, Florida. Viene quindi spontaneo chiedersi a quale pro si dovrebbe pensare di acquistare questo lavoro, visto che di testimonianze simili ne sono già state pubblicate una quantità notevole. Ebbene, “Battleground” può vantare di essere la prima testimonianza live della band con il nuovo cantante Jimmy Elkins, entrato in formazione a seguito della scomparsa di Phil McCormack, avvenuta purtroppo lo scorso aprile. Senza voler per nulla sminuire questa insanabile perdita a livello umano ed artistico, bisogna ammettere che Elkins al microfono fa una gran bella figura: la sua ugola calda e sporca si adatta perfettamente al southern rock dei Molly Hatchet. La scaletta proposta all’interno di questo disco dal vivo contiene alcuni tra i maggiori successi del gruppo, insieme ad estratti più recenti. Come non citare l’energica e danzereccia “Whiskey Man”, brillante testimonianza del southern rock più tradizionale e genuino. Con “American Pride” e “Son Of The South” si può assaporare l’atmosfera sudista che ha fatto la fortuna di band come Lynyrd Skynyrd e compagnia, grazie ad un sound anni Settanta reso però attuale dagli ottimi suoni con cui il gruppo si presenta on stage. John Galvin è un asso al piano: senza mai esagerare, il suo contributo dona maggiore dinamicità a canzoni già piene di energia e melodie immediate. Non mancano nemmeno momenti più atmosferici e sognanti, come la stupenda southern ballad “As Heaven Is Forever”, dove Jimmy Elkins offre davvero il meglio di sé con una performance profonda e piena di emozioni. Anche sul versante produzione è stato fatto un ottimo lavoro: il disco suona in modo egregio e mantiene intatta tutta la carica tipica di un concerto, interventi del pubblico compresi.  Ancora una volta i Molly Hatchet non si smentiscono, la loro fama di macchina da guerra in sede live viene confermata anche su “Battleground”, che di per sé non offre al suo interno chissà quali novità, ma la bontà della performance di questi grandi artisti da sola merita il prezzo da sborsare per stringere fra le nostre mani questo interessante lavoro. Un nuovo capitolo è iniziato per gli americani, ma la voglia di suonare grande musica siamo certi che li porterà a continuare ancora per molti anni.

TRACKLIST

  1. Bounty Hunter
  2. Whiskey Man
  3. Why Won’t You Take Me Home
  4. Son Of The South
  5. American Pride
  6. Edge Of Sundown
  7. Fall Of The Peacemakers
  8. Devil’s Canyon
  9. One Man’s Pleasure
  10. The Creeper
  11. In The Darkness Of The Night
  12. Justice
  13. As Heaven Is Forever
  14. I’m Gonna Live ‘Til I Die
  15. Beatin’ The Odds
  16. Jukin’ City
  17. Dreams I’ll Never See
  18. The Journey
  19. Flirtin’ With Disaster
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.