MONUMENTS – Phronesis

Pubblicato il 23/10/2018 da
voto
7.0
  • Band: MONUMENTS
  • Durata: 00:41:10
  • Disponibile dal: 05/10/2018
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Sony

Tu chiamalo, se vuoi, melo-djent. Tra i pionieri del genere (insieme ai vari Periphery, Tesseract e Animal As Leaders), i Monuments si sono sempre conraddistinti per un approccio più melodico alla materia, frutto dell’unione tra ritmiche cervellotiche e ritornelli ariosi, ad opera dell’ex-Periphey Chris Barretto, padrone del ruolo dal 2013 dopo una girandola di avvicendamenti dietro al microfono negli anni precedenti. Rispetto al precedente “The Amanuensis”, rilasciato anch’esso sotto l’egida delle Century Media nel 2014, questo nuovo “Phronesis” si pone come un lavoro più diretto, sia dal punto di vista concettuale che di minutaggio, alzando il potenziale commerciale grazie ad autentiche bombe ad orologeria (caricate di tritolo melodico e nitroglicerina poliritmica) come “A.W.O.L.”, “Vanta” e “Mirror Image”. Il rischio, a dispetto della derivazione progressive, è quello di restare intrappolati nel clichè del riffing ‘chugga chugga’ tipico del genere (quello per cui Mårten Hagström si è scusato per aver dato le origini alla moda), ma per fortuna non mancano variazioni sul tema come le influenze nu-metal di “Leviathan” (in odore di primissimi Linkin Park) o gli inserti orchestrali di “Celeste”. Nel complesso, visto il sempre maggior spazio affidato all’ugola d’oro di Barreto, “Phronesis” risulta essere un disco più paraculo che coraggioso rispetto al suo predecessore, ma pronto a consacrare i Monuments come potenziale fenomeno di massa della moderna scena djent.

TRACKLIST

  1. A.W.O.L.
  2. Hollow King
  3. Vanta
  4. Mirror Image
  5. Ivory
  6. Stygian Blue
  7. Leviathan
  8. Celeste
  9. Jukai
  10. The Watch
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.