MORBIFIC – Ominous Seep of Putridity

Pubblicato il 25/05/2021 da
voto
8.0
  • Band: MORBIFIC
  • Durata: 00:32:50
  • Disponibile dal: 01/05/2021
  • Etichetta:
  • Headsplit Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Prendete un calderone bello grande, svuotatelo e riempitelo con la volgarità death metal degli Autopsy, il dadaismo gore di Impetigo e primi Carcass, più i sovversivi exploit di formazioni maggiormente recenti come Undergang, Cadaveric Incubator e Cerebral Rot. Ci siamo, abbiamo quantomeno individuato il turpe universo al quale fanno riferimento i Morbific. Giunta al debut album dopo un demo pubblicato sul finire del 2020, la giovanissima band finlandese ci consegna un ripugnante gioiellino che celebra non l’ordine e l’armonia delle cose, bensì – ovviamente – lo sconvolgimento e la decostruzione di tutto. Quello di “Ominous Seep of Putridity“ è una sorta di scorreria globale che proviene da molti posti oscuri e a molti altri posti altrettanto lerci sembra volersi dirigere per riaffermare, almeno intrinsecamente, una sorta di principio di ‘fratellanza’ death-grind per il quale ogni spunto e influenza sono ammessi, purché il risultato finale sia altamente poderoso.
Il quadro sonoro di “Ominous…” sulle prime può sembrare forzatamente rozzo, ma ben presto ci si rende conto come la band nordica sappia esprimere una assoluta coerenza stilistica e una proposta che nella sua trivialità è assai scorrevole e rifinita. Superato il suono crudo e sfacciatamente vintage, ci si può infatti rendere conto di come i Morbific abbiano attentamente studiato ritmiche e riff, facendo leva tanto su quell’euforia tipica delle giovani band al debutto, quanto su una conoscenza della materia vastissima, qui abbinata a un’ispirazione estremamente felice che si traduce in elementi death metal, grind e doom, cambi di tempo, armonie e timbriche interscambiabili, che si moltiplicano e sovrappongono in tracce rapide e compatte, spesso subito memorizzabili. Già con l’opener-titletrack si entra in un afflato disturbante di inquietudine e latente senso di oppressione, che inevitabilmente trascina verso melme torbide e profondità recondite; anziché insistere solo su soluzioni fosche ed enigmatiche -come fanno tante altre band del panorama underground odierno – i ragazzi finlandesi però creano puntualmente delle piacevolissime variazioni, sfoderando dei riff davvero orecchiabili e contagiosi. Le composizioni, pur nella loro forma libera e creativa, rimangono dunque delle canzoni vere e proprie, con motivi e riff che tornano con regolarità quasi a invocare un feeling di brutale armonia. “Ominous Seep of Putridity“ è insomma un disco che non si lascia liquidare ad un semplice primo ascolto: ha bisogno di spazio e tempo perchè la musica si dilati nell’orecchio e sveli tutta la propria efficacia. Perchè se è vero che i riferimenti sono molteplici, è altrettanto vero che i Morbific hanno sapientemente architettato una tracklist divertentissima, che, brano dopo brano, non può che far breccia nel cuore degli ascoltatori innamorati di queste sonorità.

TRACKLIST

  1. Ominous Seep of Putridity
  2. Necroslaver
  3. Ravening Slasher Creep
  4. Cadaveric Maggot Farm
  5. Deformed in Phantasmal Fog
  6. Cauldron of Execution
  7. Sulfuric Funeral
  8. Sawmill in the Mist
  9. Perverted Surgery
  10. The Racking Garden
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.