MORK – Det Svarte Juv

Pubblicato il 29/04/2019 da
voto
7.0
  • Band: MORK
  • Durata: 00:50:44
  • Disponibile dal: 19/04/2019
  • Etichetta: Peaceville
  • Distributore: Audioglobe

Fedeli a se stessi e alla loro madrepatria, i Mork tornano con un lavoro che probabilmente non aggiunge nulla né alla loro discografia, né all’immaginario black metal norvegese nel suo insieme, ma nel quale è difficile tuttavia trovare difetti. La cifra stilistica è sempre quella di un approccio privo di compromessi, debitore ai Taake per i riff glaciali e ai Trelldom per la dimensione più ipnotica che scaturisce da quasi tutti i brani. Dietro l’involucro quadrato e cadenzato non mancano poi atmosfera o varietà, anche se, certo, quest’ultima parola sembra ormai significare, in ambito estremo, cose molto diverse a seconda dell’orientamento dell’ascoltatore, quindi state tranquilli: nessuna sperimentazione improbabile ha folgorato Thomas Eriksen sulla via di Fantoft. Parliamo di dieci brani misantropici e oscuri, in cui si alternano midtempo e sfuriate più consistenti ed esaltanti (“Da Himmelen Falt”, oppure il crescendo di “I Flammens Favn”, ove nella seconda parte l’atonalità à la Gaahl raggiunge il suo apice) ma anche rallentamenti relativamente inediti, come nel caso di “På Tvers Av Tidene”, il cui riff centrale pare rubato pari pari ai Candlemass di Nightfall e ben si sposa all’epico coro. È un’epicità a tratti sguaiata ma funzionale, che torna anche nel finale, sia nella lenta marcia di “Karantene” che nella soffocante e zanzarosa cadenza della titletrack. I pezzi più ‘canonici’ non sono comunque banali, e fanno riemergere l’atavico amore per i Darkthrone, compresi quelli più recenti; è il caso della doppietta costituita da “Skarpretterens ¥ks” e “Den Kalde Blodsvei”, con il loro morboso equilibrio tra sonorità black metal e attitudine più classica. Non vorremmo scomodare l’espressione “The Underground Resistance” a sproposito, ma sicuramente i Mork si confermano dei rispettabili nipotini di una scena che magari regala sempre meno perle, ma non delude mai.

TRACKLIST

  1. Mørkeleggelse
  2. Da Himmelen Falt
  3. På Tvers Av Tidene
  4. Den Utstøtte
  5. I Flammens Favn
  6. Skarpretterens Øks
  7. Den Kalde Blodsvei
  8. Siste Reis
  9. Karantene
  10. Det svarte juv
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.