MORRIGU – The Niobium Sky

Pubblicato il 06/12/2009 da
voto
6.5
  • Band: MORRIGU
  • Durata: 00:44:15
  • Disponibile dal: 09/10/2009
  • Etichetta: Dark Balance
  • Distributore: Andromeda

Terzo album per gli svizzeri Morrigu, che nascondono sotto lo sconosciuto moniker l’attuale batterista ed ex-cantante dei ben più famosi Eluveitie. La formazione è ormai sulle scene da una decina d’anni anche se forse solo ora, dopo due album autoprodotti, è arrivato un contratto con l’etichetta olandese Dark Balance Records. Le sonorità classiche mischiate con elementi folkloristici danno vita ad episodi riusciti come l’apripista “Black Dust”, dove la particolare e graffiante voce di Severin “Sevi” Binder ben si staglia sulle melodie tessute dalle chitarre e dal tappeto tastieristico imbastito da Lukas Gabathuler. Senza voler necessariamente suonare originali o alternativi, i Morrigu riescono a rendere personale e distinguibile la propria ricetta sonora alternando con il giusto equilibrio parti metal ed elementi melodici che rappresentano un elemento focale della proposta degli elvetici. L’elemento che forse sterilizza eccessivamente “The Niobium Sky” è rappresentato dala struttura delle canzoni: riuscite, accessibili e personali, ma afflitte da una eccessibile prevedibilità che annulla troppo presto l’effetto sorpresa e le rende schiave di una certa ripetitività di fondo. Fortunatamente nel lavoro fa la sua comparsa qualche traccia più aggressiva come “The heritage of mankind”, che con il suo riffing di chiara matrice swedish contribuisce a risollevare le sorti di una tracklist eccessivamente statica e priva di colpi di scena. La riuscita strumentale “At The Gathering of Stars” funge da spartiacque tra la prima e seconda parte del disco, dove si nota ancora di più la necessità di qualche variazione sul tema: non basta purtroppo qualche parte in growl di Severin o qualche riff indovinato a rianimare le sorti di un lavoro che dopo i primi passaggi sarà condannato a qualche saltuario ascolto prima di essere dimenticato. Una produzione riuscita e una realizzazione grafica semplice ma dotata di spiccata personalità risollevano solo in minima parte un disco che non sfrutta totalmente le ottime potenzialità espresse negli episodi che popolano la prima parte del lavoro: peccato.

TRACKLIST

  1. Last Embrace
  2. Black Dust
  3. Against The Sun
  4. The Niobium Sky
  5. Time
  6. At The Gathering Of Stars
  7. The Great Access
  8. The Great Finding
  9. The Heritage Of Mankind
  10. Beyond The Sun
  11. In Mornings Shade
  12. The Golden Sphere
  13. Wallow In The Past
  14. Pristine Dream
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.