MORS PRINCIPIUM EST – Dawn Of The 5th Era

Pubblicato il 21/12/2014 da
voto
7.5
  • Band: MORS PRINCIPIUM EST
  • Durata: 00:48:02
  • Disponibile dal: 05/12/2014
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

A differenza dei compagni della scena ‘latin finnish‘ – Insomnium e Omnium Gatherum, compagni di suffisso e di genere, caratterizzati da una discografia in crescendo -, i Mors Principium Est hanno intrapreso il percorso del gambero, passando nel giro di tre album dai fasti di “Inhumanity” – per chi scrive, semplicemente uno dei tesori meglio nascosti nel fittissimo sottobosco melodic-death – alla mediocrità di “Liberation = Termination”, preludio ad una pausa forzata, coincisa con uno split della line up e l’abbandono della label. Tornati sulle scene un paio d’anni fa, forti di una line up nel frattempo internazionalizzatasi, con il più che discreto “…And Death Said Live”, i Nostri sembrano ora pronti a riprendersi un posto d’onore nella scena, sfornando il loro disco migliore da dieci anni a questa parte, frutto del perfetto incrocio tra la potenza dei Dark Tranquillity di “Character” e la tecnica dei Children of Bodom di “Follow The Reaper”, il tutto senza dimenticare quel gusto per la melodia ‘malinconica’ made in Finland. Spinto a dovere dalla terremotante sezione ritmica e dalla produzione, “Dawn Of The 5th Era” prende il volo sulle note delle due asce, grazie all’eccellente lavoro svolto dagli ultimi entrati Andy Gillion e Kevin Verlay, e stacca definitivamente la concorrenza per effetto del cantato di Ville Viljanen, sorta di novello ibrido tra Stanne e Lahio, e degli immancabili tappeti tastieristici, da sempre tratto distintivo nel sound dei Nostri. Detto della difficoltà di trovare un highlight in una tracklist piuttosto compatta dall’inizio alla fine, nonostante l’aderenza ‘talebana’ allo swedish death old school faccia venire meno il fattore sorpresa, canzoni come “Leader Of The Titans”, “We Are The Sleep, “I Am War” o “Monster In Me” hanno tutte le note in regola per entusiasmare gli appassionati  del genere, come pochi altri pezzi sono riusciti a fare quest’anno. Per gli amanti delle band sopra citate – cui aggiungiamo volentieri anche primi In Flames, Arch Enemy, Norther e Skyfire – “Dawn Of The 5th Era” merita un posto di diritto nelle poll di fine anno, oltre che sotto l’albero di Natale.

TRACKLIST

  1. Enter The Asylum
  2. God Has Fallen
  3. Leader Of The Titans
  4. We Are The Sleep
  5. Innocence Lost
  6. I Am War
  7. Monster In Me
  8. Apicity
  9. Wrath Of Indra
  10. The Journey
  11. The Forsaken
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.