MORTAL VISION – Mind Manipulation

Pubblicato il 22/10/2021 da
voto
5.5
  • Band: MORTAL VISION
  • Durata: 00:33:25
  • Disponibile dal: 29/10/2021
  • Etichetta:
  • Redefining Darkness Records

Spotify:

Apple Music:

Non basta una propulsione di riff a far partire il cingolato dei Mortal Vision, band ucraina attiva da un paio d’anni, alle prese con il qui presente album d’esordio “Mind Manipulation”. Lodevoli le intenzioni dei quattro di Dnipro, devoti al thrash d’annata con sede in terra teutonica e carioca, e ceri annessi accesi agli altarini di Sodom e Sepultura. Buoni propositi, grinta da vendere, tecnica discreta che non riescono tuttavia a scacciare i fastidiosi fantasmi del ‘già sentito’, coprendo quindi di prevedibilità gli otto brani contenuti in questo primissimo full-length. Riff in serie, come detto, che vanno a costituire, insieme alla sezione ritmica, un compendio di midtempo (“Condemned To Death”) sì avvincenti ma che raramente osano svoltare verso un qualcosa di più personale ed autentico. Pecca che si riflette anche nei passaggi più rapidi e nelle classiche sfuriate a seguire stacchi più armoniosi ed intriganti (“Possessed”) che lasciavano presagire maggior fortuna. A cementare la stabilità globale dell’album ci pensa la voce del frontman Ivan Dyshlyuk, troppo monocorde nel lanciare l’invettiva dei Mortal Vision nei confronti di una società allo sbando, ormai sul baratro della follia, dove la manipolazione delle menti è l’unico scopo da perseguire. Ed è proprio la titletrack, opener del disco stesso, a riassumere la proposta del gruppo ucraino: cinque minuti che si limitano a sottolineare la passione verse le forme più rudimentali del thrash, senza aggiungere spunti degni di nota. Dal classicone “Eternal Hatred” alla fulminea “Raw Poison”, dalla ‘riffosa’ “Condemned To Death” alla già menzionata “Possessed”, brano che si distingue dagli altri per un tentativo, anche se minimale, di stravolgere il canovaccio generale: la prima prova dei Mortal Vision si assesta tra gli ‘enne’ lavori rilasciati con devozione ma incapaci di lasciare un segno tangibile.

TRACKLIST

  1. Mind Manipulation
  2. Eternal Hatred
  3. Apophenia
  4. Raw Poison
  5. Condemned To Death
  6. Possessed
  7. Forced Extermination
  8. Devastated Existence
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.