MOS GENERATOR – Electric Mountain Majesty

Pubblicato il 08/07/2014 da
voto
7.0
  • Band: MOS GENERATOR
  • Durata: 00:42:08
  • Disponibile dal: 15/04/2014
  • Etichetta: Listenable Records
  • Distributore: Audioglobe

Il nome racconta, e se scegli per il tuo gruppo Mos Generator, è facile immaginare una veste assai vintage, rispondente a precise coordinate stilistiche come un caldo vocalismo zeppeliniano, un groove del tipo ravvisabile nel trittico “Vol.4”/“Sabbath Bloody Sabbath”/”Sabotage” e suoni in linea con lo stoner nordeuropeo, à la Spiritual Beggars per intenderci. “Electric Mountain Majesty”, sesto full length album della formazione, è un crogiolo di tutto quanto sia capace di rievocare il versante più roccioso del rock anni 70, a sua volta sovrapposto a derive stonanti, precipuamente grazie ad una certa tendenza a saturare i suoni e ad insistere sui riff portanti delle canzoni. Tutto il lavoro si dipana su strutture piuttosto ordinarie e lineari, che incedono incendiarie grazie ad un solismo torrido e qualche robusta eco di metallo classico a fare capolino, col risultato di lubrificare l’ascolto, rendendolo assai organico e fluido. Oltre questo, tuttavia, non c’è niente di assolutamente originale, per quanto sia possibile trovare una manciata di pezzi che dia una certa soddisfazione: “Enter The Fire”, per esempio, sorprende con il suo inizio teso e notturno e sfocia in un ritornello latrato e trascinato al limite della disperazione, come il blues bianco raccomanda a tutti i suoi interpreti (era un po’ che non ci capitava di sentire una cosa del genere!); a questa potete aggiungere “Spectres”, per le sue belle chitarre gemelle, “Black Magic Mirror” per la sua anima più puramente stoner e la title-track che “eccita” in ragione di un’orgia di riff a rincorrersi senza tregua, plasmando – anche in questo caso – un clima teso e contemporaneamente melodico…bell’accostamento, diremmo! In definitiva, possiamo affermare che “Electric Mountain Majesty” sia un album per tutti coloro che hanno forgiato i loro ascolti partendo da dall’impareggiabile, testé citato, decennio rock e – perché no – anche coloro che vorrebbero trovarvi una loro personale, magari moderna, chiave introduttiva.

TRACKLIST

  1. Beyond The Whip
  2. Nothing Left But Night
  3. Enter The Fire
  4. Spectres
  5. Neon Nightmare
  6. Breaker
  7. Early Mourning
  8. Electric Mountain Majesty
  9. Black Magic Mirror
  10. Heavy Ritual
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.