MOURNERS – Act I: Tragedies

Pubblicato il 05/02/2021 da
voto
7.0
  • Band: MOURNERS
  • Durata: 00:49:50
  • Disponibile dal: 05/02/2021
  • Etichetta:
  • Personal Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Non è un personaggio noto ai più, né tanto spesso viene citato, né entra costantemente nelle discussioni riguardo il genere e la sua scena, ma il polistrumentista e compositore rumeno Daniel Neagoe è da anni fra i più attivi fomentatori dell’underground doom-death metal e soprattutto funeral doom in ambito internazionale. Tessendo innumerevoli trame tra nazioni e musicisti europei e non, incrociando e intersecando lineup e collaborazioni, modulando lo stile dei suoi progetti a seconda dell’aspetto che vuole far prevalere in essi, questo instancabile artista arriva nel 2021 a mettere sul piatto l’ennesimo nuovo progetto semi-personale, a nome Mourners.
Sono tantissime le entità a cui Daniel ha dato una mano in passato – Shape Of Despair e Unfathomable Ruination le più note – e tante quelle in cui tutt’oggi si prodiga in varie vesti, dagli Aphonic Threnody ai Pantheist, passando per la cult-band Clouds e arrivando fino agli storici Eye Of Solitude, sciolti di proposito nel 2019 proprio per porre tranquillamente le basi ai Mourners, attualmente un terzetto che si compone, oltre che del prezzemolino Neagoe, di Mihai Dinuta alla chitarra, anch’egli proveniente dalla Romania, e del giovanissimo belga Siebe Hermans alla batteria. “Act I: Tragedies” è il titolo dell’esordio discografico del gruppo.
Come ogni progetto in cui il Nostro è compositore principale di musiche e liriche, ci si muove pesantemente, ma piuttosto progressivamente, in ambito funeral doom: la profondità e la cupezza dei brani è caratteristica della musica partorita da Neagoe, che al solito infarcisce, con gran classe e gusto, la lentezza delle andature funeral con grandiosi arrangiamenti di tastiere, pianoforte e contrappunti di chitarra, il tutto incorniciato da una vocalità gorgogliante e catacombale che può solo dare pace e conforto in momenti bui e drammatici, ben rappresentati da un titolo quale “Act I: Tragedies” e da canzoni come “The Way Of Darkness” e “Journey In Fear”. Confermata quindi la solidità di tale lavoro in termini di qualità stilistica, interpretazione e capacità compositive, uno dei suoi punti deboli, forse il solo, ma che in campo funeral doom segna tanto il giudizio finale, è la carenza piuttosto marcata di una componente emozionale che fatica a farsi sentire, nonostante le ambientazioni e le immagini che la musica dei Mourners crea e sfrutta per attecchirsi al cerebro del fruitore siano tutte comprovate e genuinamente deprimenti, ossessive e spesso anche orrorifiche. Dunque non scatta quell’amore pseudo-viscerale che altri dischi, probabilmente anche meno intensi e profondi di questo, sono riusciti invece a farci scattare. “Souls Breathing Nothingness” è straziante e ha un bellissimo assolo nostalgico di chitarra, si muove più dinamico della media del resto della tracklist, ma anche in tale caso restiamo con un senso di lieve insoddisfazione finale che ci frena un attimo nel voto da assegnare. “Ansu Enthroned” e la seguente “Forms Of Delusion” raggiungono vette ancora più alte di ‘perfezione’ compositiva, ma non ci permettono di cambiare giudizio su di un lavoro formalmente impeccabile, per chi conosce bene il genere e i suoi sottogeneri, e che consigliamo comunque piuttosto vivamente a chi apprezza la grande arte di Daniel Neagoe e la passione/dedizione che trasmette ad ogni sua nuova incarnazione. Attendiamo il secondo atto, ovviamente.

 

TRACKLIST

  1. Apparitions
  2. The Way Of Darkness
  3. Souls Breathing Nothingness
  4. Lost
  5. Ansu Enthroned
  6. Forms Of Delusion
  7. Journey In Fear
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.