MY REFUGE – A Matter Of Supremacy

Pubblicato il 18/07/2015 da
voto
6.5
  • Band: My Refuge
  • Durata: 00:50:05
  • Disponibile dal: 23/06/2015
  • Etichetta: Bakerteam Records
  • Distributore: Audioglobe

La Bakerteam da qualche anno ci tiene compagnia con belle band dalle belle speranze e dalle indubbie capacità, sia tricolori che non, e non si smentisce nemmeno questa volta, presentandoci i nostrani My Refuge, combo heavy power proveniente da Varese e dintorni che giunge al debutto sulla lunga distanza in questa cald(issim)a estate 2015. Autori di un paio di EP nei trascorsi quattro anni, i cinque ragazzi lombardi hanno sfruttato al massimo la classica ‘gavetta’ per lavorare sul songwriting, aggiungendo piccoli ritocchi di fino generalmente assenti nella media dei prodotti grossolanamente classificabili come power e contaminando la loro proposta con input esterni piuttosto interessanti, che spaziano da robuste iniezioni heavy, piccoli accenni progressive e una malinconica atmosfera generale piuttosto dark. Il pericolo ‘band fotocopia di Helloween e Stratovarius’ è quindi scongiurato, e i Nostri possono presentarsi alle nostre orecchie con una proposta fresca e vagamente originale, forse un po’ carente sotto il fatto personalità (echi di soluzioni altrui si sentono comunque, anche se vengono mischiati in maniera inedita) ma di sicuro buona sotto il profilo compositivo. Fin dal primo pezzo “A Storm Is Coming” entriamo in contatto con le caratteristiche dei Nostri: le possenti sferzate chitarristiche ad opera della coppia Paietta/Dettore sorreggono dunque un pezzo che però affida il proprio buon risultato soprattutto alle vincenti linee vocali e alla timbrica particolare del singer Davide ‘Moz’ Vella, il quale ci ricorda un po’ un buon incontro tra Folco Orlandini e Fabio Dozzo, ugole italiane sentite negli Skylark e nei Time Machine degli anni ‘90. Il continuo dell’album viene affidato poi a una decina pezzi buoni, dalla qualità sempre piuttosto alta, tra i quali ci piace citare l’elegante ma sostenuta “On Wings Of Wax” , la bella “The Raven”, il pezzo che abbiamo preferito sopra tutti, e la bella ballad “Empty Room”, finalmente un brano di quel tipo interessante e non basato su quei soliti quattro accordi sdoganati dai nomi noti del settore oramai da fin troppi anni. I My Refuge possono quindi vantarsi di aver creato un prodotto valido, che di scivoloni veri e propri non ne fa assolutamente, ed è sicuramente un buon risultato per una band che ricordiamo è comunque al suo debutto sul mercato che conta. Una cosa è certa, seguiremo con interesse le loro prossime mosse, sperando che il rapporto con l’attiva Bakerteam prosegua inalterato e porti nuovi e più maturi frutti…

TRACKLIST

  1. A Storm Is Coming
  2. The Cage
  3. Calling of TheWind
  4. Endless Night
  5. Living In Anger
  6. The Wall
  7. The Raven
  8. Empty Room
  9. On Wings Of Wax
  10. Somewhere
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.