NAER MATARON – Praetorians

Pubblicato il 10/06/2008 da
voto
7.0
  • Band: NAER MATARON
  • Durata: 00:59:16
  • Disponibile dal: 19/05/2008
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Più che pretoriani, i Naer Mataron sono sempre stati la guardia macedone a difesa del regno black metal greco capeggiato ovviamente dai Rotting Christ e Necromantia. Assieme ai Septic Flesh, i Naer Mataron rappresentano il meglio della scena estrema ellenica, anche se si potrebbero aggiungere i più giovani Nocternity e gli ormai scomparsi deathster Flames. Ma di certo con questi elenchi si corre sempre il rischio di dimenticare qualcuno per strada, però un posto al sole spetta inevitabilmente ai Naer Mataron, forse il gruppo più propriamente black metal tra tutti quelli elencati sinora. Con gli anni questo gruppo sembra non far altro che migliorare, di poco ma progressivamente, e non è un caso che dopo tanta gavetta l’occasione buona sia capitata pure a loro grazie alla francese Season Of Mist. Nella line up dei Naer Mataron ora troviamo due personaggi noti: Vicotnik (dei DHG) e Nordvargr (un tempo mente dei MZ.412). Black metal soffocante, sotterraneo, sibillino, strisciante e letale è quello che troverete in “Praetorians”, un album tirato al massimo perché il gruppo greco in questione ha sempre avuto un debole per la velocità e non ha mai nascosto questa vocazione, nemmeno stavolta mettendo in primo piano la massacrante batteria piuttosto che il buon lavoro delle chitarre. Un peccato dal quale i Naer Mataron non sembrano voler uscire. Nonostante le tematiche siano votate ai culti antichi pagani, l’epicità è solo sporadica ed assai velata, scemata in confronto a quella presente su “River At Dash Scalding” del 2003. La produzione ovviamente è buona, ma un po’ asciutta e, come già detto, non perfetta nell’equalizzazione dei volumi. La musica però convince, anche stavolta, il black metal dei Naer Mataron non è di certo ‘true’, discorso che vale per la quasi totalità delle band elleniche del resto. Atmosfere cupe che vi proietteranno nelle tetre prigioni sotterranee in pietra dei pretoriani nei tempi antichi, sinistri richiami di creature mitologiche, un velato misticismo arcano: questi sono gli elementi che troverete in un buon album di un gruppo che calca la scena già da una quindicina d’anni senza mai arrendersi. La perseveranza ripaga.

TRACKLIST

  1. Anti-Celestial Campaign
  2. Ostara
  3. Sun Wheel
  4. Death Cast A Shadow Over You
  5. Secret Heritage
  6. Astral Anthology
  7. Sol Invictus
  8. Incarcerating Gallantry
  9. The Eternal Pest
  10. Eagle`s Nest
  11. Praetorians
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.