NAER MATARON – River At Dash Scalding

Pubblicato il 11/07/2003 da
voto
8.0
  • Band: NAER MATARON
  • Durata: 00:55:01
  • Disponibile dal: 10/04/2003
  • Etichetta: Black Lotus Records
  • Distributore: Audioglobe

Mettete una sera trascorsa tra i sentieri di un bosco, il vento che sibila e fa tremare le fiamme delle candele… la luna piena, le stelle coperte da nubi che corrono veloci… e una musica che sorge dalle viscere della terra e si fa sempre più forte, terrificante, agghiacciante, ma pur sempre sensuale per il vostro animo. Non c’è posto più adatto per le note di questo capolavoro black metal di matrice greca. La Grecia, una delle culle più gravide per questo genere, ha visto prender forma una nuova creatura che migliora a vista d’occhio. Troppe le visioni suggerite dai maestosi testi di altrettanto grandiose canzoni, troppe ma che pure non saziano mai. Il passato glorioso, misto al pensiero moderno, credenze dimenticate, valori perduti, tutte ombre in movimento sulle buie note di questo superlativo “River At Dash Scalding”, la cui apertura spetta alla tiratissima “The Continuity Of Land And Blood”, mentre l’esaltazione scorre nei momenti unici della successiva “The Great Meridian Time”, manifesto della magnificenza del black metal adornato nel suo ritratto glorificante. Uno spirito puro che trascende la musica, una ferocia primordiale che l’uomo moderno sembra aver dimenticato senza più comprenderne il lato ancestrale in essa racchiuso. Il ritmo viene impresso alle chittarre con tutto il furore istintivo proprio del black metal, una violenza che verso la fine del brano si tramuta in solenne marcia dei sentimenti più veri, un tono epico affatto risibile, affatto falso. La luna sembra inghiottita dalle tenebre durante l’esecuzione di “Revolt Against The Modern World”, un titolo ‘scontato’ considerato ciò da cui animati i Naer Mataron. “Kalki The Avenger-Lightning And The Sun” è un pezzo scritto da Nordvargr dei seminali MZ412: una marcia in cui i fantasmi delle armate macedoni di Alessandro il Grande sembrano risorgere dalla terra bagnata molto tempo fa dal sangue dei loro nemici. Macabra sensazione, che però è vissuta in modo arcanamente morboso. La musica dei Naer Mataron nei dettagli? Dettaglio superfluo, questo è black metal come va fatto, e stranamente collegabile al filone ‘true’ finlandese, rinsaldando quei vincoli che sin dall’inizio del black metal avvicinavano Grecia e Finlandia. “The Life And Death Of Europa” spiega, se ancora ce ne fosse il bisogno, la qualità compitiva ispirata di questa band che imprime con un marchio infuocato il proprio nome nella storia della musica infernale. Snobbare un capolavoro simile sarebbe vergognoso quanto abbandonare sul campo di battaglia il proprio scudo. Conquering Europa!

TRACKLIST

  1. As The Clouds Of War Gather
  2. The Continuity Of Land And Blood
  3. The Great Meridian Tide
  4. Revolt Against The Modern World
  5. The Life And Death Of Europa
  6. Part 1 Cosmogonia (Life)
  7. Part 2 Kalki The Avenger-Lightning And The Sun (death)
  8. The Triumph Of Will
  9. Ancestor-Worship
  10. Salvatores Dei
  11. The Plunderer
  12. Steppe
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.