NASTY – Shokka

Pubblicato il 20/02/2015 da
voto
7.5
  • Band: NASTY
  • Durata: 00.32.11
  • Disponibile dal: 27/02/2015
  • Etichetta: Beatdown Hardwear Records
  • Distributore:

I Nasty provengono dalla comunità germanofona del Belgio, più precisamente da un paesino di 10mila abitante di nome Kelmis. Dal 2004 il gruppo è dedito alla forma più violenta dell’hardcore, il beatdown, un sottogenere di hardcore metallico con radici e composizione ritmica fondata nell’hardcore punk ma con contaminazioni brutal death, thrash e hip hop. Facendosi strada nella maniera convenzionale, tra cambi di lineup e tour interminabili, i Nasty sono riusciti recentemente ad arrivare nel giro che conta, e dopo aver aperto per l’elite contemporanea del genere sono approdati alla Beatdown Hardwear (casa di No Zodiac, Xibalba, Born From Pain) entrando simultaneamente a far parte del giro Impericon. “Shokka”, quinto album in studio per la band, rappresenta sicuramente un momento cruciale e di conseguenza, come si capisce dal primo ascolto, i “tuff” belgi hanno sputato il meglio del proprio repertorio, determinati a puntare verso di sè i riflettori – sin dall’uso sconsiderato dei colori di copertina noterete, adatti al neon icon Riff Raff più che a una formazione beatdown! Mantenendo i piedi ben saldi nel genere di cui paiono determinati a diventare portabandiera Matthi e soci affilano la propria proposta limandola quel giusto per renderla appetibile alla generazione Impericon: in maniera simile agli ultimi Despised Icon il suono viene quindi reso meno grezzo, con una produzione precisa e potente che valorizza sia l’ottimo riffing, capace di inedite aperture melodiche vicine al metalcore (“Phoenix”, “Irreversible”), che la sezione ritmica, mai così vicina al metal. Zero concessioni per le vocals, che tra inglese e tedesco rimangono estreme nei contenuti, nel linguaggio e nell’espressività (parliamo dei versi in “Lying When They Love Us” e della potente scatarrata di “Real Talk”). La tracklist contiene 18 tracce perchè i pezzi si aggirano tutti intorno ai 2 minuti, ci sono diverse skit, un’interludio un outro e tre bonus track dal vivo. Pur restando nei canoni ristretti del beatdown non ci si annoia per un singolo istante: “Shokka” è probabilmente il disco migliore dei Nasty, e li lancerà dritti ai vertici della scena europea con la giusta risonanza internazionale, vertici dove hanno tutte le carte per restare grazie all’eccezionale impatto live che sono in grado di garantire. Dopo il fantastico debutto dei Rise Of The Northstar la scena europea è sempre più interessante!

TRACKLIST

  1. Shokka
  2. No
  3. Phoenix
  4. Lying When The Love Us
  5. The Heat
  6. Real Talk
  7. Fantasia Skit
  8. Fantasia
  9. Rebel With A Cause
  10. Gym Skit
  11. Politessenhass
  12. Intelude
  13. Irreversible
  14. Fire
  15. Outro
  16. Fire On The People (live)
  17. Hell On Earth (live)
  18. Slaves To The Rich (live)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.