NAUSEA – Condemned to the System

Pubblicato il 14/02/2014 da
voto
6.5
  • Band: NAUSEA
  • Durata: 00:29:03
  • Disponibile dal: 07/01/2014
  • Etichetta: Willowtip Records
  • Distributore:

Streaming:

Storia particolare quella dei Nausea, divisa in due tranche: la prima va dal 1987 al 1994 e conta una manciata di pubblicazioni minori suggellate dall’uscita del primo LP (“Crime Against Humanity”, 1991), mentre la seconda inizia nel 2001 e va, più o meno, nello stesso modo fino a culminare – quest’anno – con il secondo lavoro, intitolato “Condemned To The System”. Rispetto all’opera prima si è andata un po’ perdendo la componente crust del sound di questo gruppo, sottraendo qualcosa alla personalità, mentre viene accresciuta la velocità media delle canzoni (e consequenzialmente il numero dei blastbeat), con l’effetto di collocare il presente lavoro in un contesto stilistico molto più affine al classico death-grind di fine anni 80; per quanto riguarda il songwriting, invece, possiamo tranquillamente dirvi che concettualmente è cambiato poco, nel senso che rimane secco e velenoso, privo di artifizi ridondanti e proteso all’assalto. A questo punto sapete già come comportarvi: se tali espressioni vi evocano solo un forte senso del “demodé” lasciate pure perdere, diversamente “Condemned To The System” vi regalerà una scarsa ma gradevole mezz’oretta grazie a una manciata di pezzi compattissimi, per via delle loro strutture essenziali e di riff semplici, dinamici, magari non particolarmente vari ma presenti in quantità soddisfacente, capaci talvolta di rallentare, imprimendo un sentore apocalittico alla musica (come verificabile in “World Left In Confinement” e “And We Suffer”), e caratterizzare un album pienamente sufficiente.

TRACKLIST

  1. Freedom of Religion
  2. Does God Need Help?
  3. World Left in Confinement
  4. Cries of Pain
  5. Hate & Deception
  6. Corporation Pull-In
  7. Fuck the World
  8. Falsely Accused
  9. Condemn Big Business
  10. And We Suffer
  11. Absence of War
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.