NECRODEATH – The Age Of Fear

Pubblicato il 24/05/2011 da
voto
7.0
  • Band: NECRODEATH
  • Durata: 01:02:42
  • Disponibile dal: 26/05/2011
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

A soli sei anni di distanza dalla precedente raccolta “20 Years Of Noise”, la Scarlet immette sul mercato un altro best of a firma Necrodeath. Non ci sentiamo di gridare allo scandalo, in quanto in questo periodo i nostri hanno pubblicato tre nuovi album di inediti, fondamentalmente differenti da quanto fatto in passato, e pure l’autocelebrativo “Old Skull”, contenente cover di band che hanno formato musicalmente Peso e compagnia. Inoltre, i brani che appaiono su entrambe le raccolte sono solamente due, ovverosia “Mater Tenebrarum” (qui nella versione di “Old Skull”) e la sempre magnifica “Hate And Scorn”. Per il resto i liguri hanno anche in questo caso pescato a piene mani da tutti i loro lavori, la qual cosa è utile per ravvisare differenze ed evoluzioni avvenute negli anni. Dal grezzume estremo dei primi, imprescindibili lavori, qui rappresentati da “At The Mountains Of Madness” e dalla terremotante “Eucharistical Sacrifice” si passa alla fase centrale della carriera, con gli estratti da “Mater Of All Evil”, “Black As Pitch” e “Ton(e)s Of Hate”; proprio da quest’ultimo album proviene “Queen Of Desire”, presente sia in versione originale sia in un’inedita "onyric version", ovverosia con la struttura portante affidata al pianoforte, con le chitarre ridotte al minimo sindacale e cantata a due voci, maschile e femminile; la traccia è quasi irriconoscibile, a tratti affascinante, ma non riesce a rimanere addosso e ad emozionare come dovrebbe. L’ultimo periodo è rappresentato da “Master Of Morphine” e dalla bella “Forever Slave”, da “100% Hell”, da “Smell Of Blood” da “Draculea” (fortunatamente uno dei pochi brani riusciti del lavoro) e da tre brani da “Phylogenesis”. Segnaliamo che “The Theory” è stata qui riproposta in versione live, ma che anche in questo ambito il brano non riesce a decollare; “Awakening Of Dawn” è uno degli episodi migliori del lavoro, mentre “I.N.R.I.” è troppo lunga e dispersiva e finisce per annacquare quel poco di buono presente a livello chitarristico. A chiudere la cover di “Black magic” degli Slayer. Insomma, quasi tutti i brani editati per la raccolta sono di pregio, ma a coloro che partiranno da qui per avvicinarsi ai Necrodeath consigliamo senza remore i primi cinque lavori, mentre chiediamo loro un ascolto preventivo alla recente discografia della band, dato che potrebbero trovarci delle sorprese ben poco gradite a causa di un certo arricchimento forzoso del sound.

TRACKLIST

  1. Mater Tenebrarum
  2. Awakening Of Dawn
  3. I.N.R.I
  4. Smell Of Blood
  5. Master Of Morphine
  6. Forever Slave
  7. Queen Of Desire
  8. Burn And Deny
  9. Hate And Scorn
  10. Flame Of Malignance
  11. Eucharistical Sacrifice
  12. At The Mountains Of Madness
  13. The Theory (live)
  14. Queen of Desire ( Onyric Version )
  15. Black Magic
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.