NECROWRETCH – The Ones from Hell

Pubblicato il 12/02/2020 da
voto
7.5
  • Band: NECROWRETCH
  • Durata: 00:37:00
  • Disponibile dal: 14/02/2020
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

La discografia dei Necrowretch inizia a farsi sostanziosa. La carriera del gruppo francese difatti procede veloce come la loro musica: poche pause, tanta foga e una regolarità invidiabile nelle pubblicazioni e nei tour di supporto a queste ultime. Siamo ormai al quarto album per la band guidata dal chitarrista/cantante Vlad – il secondo su Season Of Mist dopo esordi marchiati Century Media – e di nuovo registriamo una lieve evoluzione nella proposta dei ragazzi. Se con i primi due dischi i Necrowretch si erano fatti notare per una formula thrash-death tanto indiavolata quanto squisitamente rètro, con il precedente “Satanic Slavery” il tutto aveva preso una piega ancora più maligna e belligerante, trovando nel filone death-black nuovi importanti punti di riferimento. “The Ones From Hell” procede in questa direzione, aumentando sia la componente ‘nera’, sia quella atmosferica, cercando di conseguenza di svincolarsi da quella formula intransigente ma obbligatoriamente statica che ne aveva contraddistinto gli inizi. Il nuovo lavoro senza dubbio riparte da quello che ormai è lo stile consolidato della formazione, ma riesce a renderlo più effervescente e fruibile grazie appunto ad una veste ritmica parzialmente rinnovata e ad una guarnizione melodica più studiata del solito. In tal senso, l’opener “Pure Hellfire” indica subito la via: pur continuando ad investirci con del satanismo spicciolo un tanto al chilo, qui il quartetto ha senz’altro più in comune con i Necrophobic che con i Merciless o i primi Morbid Angel; lo dimostra in primis il perfido arpeggio che apre il pezzo, quasi alla “The Nocturnal Silence”, ma anche la maggiore frequenza nei cambi di tempo. Più in là nel disco, questa nuova tendenza sfocia in tracce ancora più composte e articolate, nelle quali la band riesce a sintetizzare una formula mai così evocativa, smussando qualche spigolo e allungando il minutaggio grazie a digressioni strumentali e midtempo pronunciati. Una volta i loro dischi potevano magari apparire come un’unica lunga e sfiancante traccia, ma oggi la proposta segue una struttura meno regolare, riuscendo ad esprimere cattiveria e sofferenza con aggiornata efficacia grazie ad un’andatura sinuosa che esalta sia l’anima sguaiata che quella (un filo) più tenebrosa dei transalpini. “The Ones From Hell” impressiona dunque favorevolmente, presentandoci un gruppo che ha scelto un chiaro, evidente ed orgoglioso posizionamento all’interno del panorama extreme metal, senza però rinunciare ad un minimo di evoluzione. Episodi come la titletrack o “Codex Obscuritas” daranno ulteriore linfa all’attaccamento dei fan.

TRACKLIST

  1. Pure Hellfire
  2. Luciferian Sovranty
  3. The Ones From Hell
  4. Absolute Evil
  5. Codex Obscuritas
  6. Darkness Supreme
  7. Through The Black Abyss
  8. Necrowretch
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.