NEFASTIS – De Diebus Fastis Nefastis Infaustis

Pubblicato il 30/03/2015 da
voto
4.5
  • Band: NEFASTIS
  • Durata: 00:49:07
  • Disponibile dal: 24/03/2015
  • Etichetta:
  • Distributore:

Quando un disco non “funziona”, di norma ci si accorge di ciò dai primi dieci secondi. È inevitabile quella sensazione che marchia indelebilmente il resto dell’ascolto, quel giudizio sommario, quell’impressione – perché altro non può essere – che condanna inesorabilmente un disco a un giudizio negativo. Non ce ne vogliano i Nefastis, combo milanese all’esordio con questo album, ma dopo l’ascolto di una canzone la nostra recensione era già praticamente scritta. Terminata l’intro, una noiosa sequenza di riff lunghi prima e soli di chitarra prolungati poi, si arriva al primo brano del disco, “Under My Scars”. La traccia si annuncia pomposa, nella costruzione che mira a creare hype per la parte violenta del disco. Che pure arriva, poco dopo, ma non riesce a essere incisiva per via anzitutto dei suoni, molto mosci, e poi dei tanti cliché abusati. C’è poi un intermezzo acustico tutti soffi di vento e cori, “Last Day Of Autumn”, che lascia veramente il tempo che trova prima di “Cold Wind” (appunto), brano che si preannuncerebbe ma che in realtà è il solito già sentito di tastiere, arpeggi e via dicendo, senza chitarra o voce. Un’autentica pausa dall’album che riparte poco dopo con “Grave Of Ice”, altro brano dalla ritmica thrash che varia su uno scream a livello vocale. Sì, perché i Nefastis usano lo scream come tono vocale. Ogni tanto, durante l’ascolto del brano, c’è qualche buon momento, sia a livello di pesantezza musicale (qualche riff, qualche pezzo di doppia cassa di batteria niente male), sia a livello di arpeggi melodici. L’impressione generale però alla fine della fiera è che non si sa bene a cosa ci si trovi di fronte: si tratta di un disco di thrash metal dalle influenze epico-melodiche, o un disco di epic metal con venature thrash e tanto progressive nel mezzo? Il vostro recensore, reo confesso, alla fine dei ripetuti ascolti non è riuscito a risolvere il dilemma. Magari proverà la prossima volta.

TRACKLIST

  1. Black and Demons  
  2. Under My Scars
  3. Napalm Asphalt and Violence
  4. Last Days of Autumn
  5. Cold Wind
  6. Grave of Ice
  7. Stream of Consciousness
  8. First Fear
  9. Morning Shadows
  10. Synthetic Plague
  11. Fucked by Alcohol
  12. Facing New Demons
  13. Grave of Ice
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.