NEKROGOBLIKON – Power EP

Pubblicato il 16/09/2013 da
voto
6.5
  • Band: NEKROGOBLIKON
  • Durata: 00:18:27
  • Disponibile dal: 27/08/2013
  • Etichetta:
  • Distributore:

Streaming:

Istruzioni: prendete una parte di Cradle of Filth, un’oncia di GWAR, tre gocce di Finntroll ed una spruzzata finale di Terror 2000. Agitate bene e fate servire ghiacciato da un indisponente goblin incravattato. Pensate che qualcuno qui in redazione sia stato troppo al sole ultimamente? E invece vi diciamo che questi sono semplicemente gli ingredienti che compongono la proposta musicale dei Nekrogoblikon. Dietro questo monicker-scioglilingua si nascondono sei ragazzi californiani dalla fantasia piuttosto fervida che, dopo un EP ed un LP pubblicati rispettivamente nel 2007 (“Goblin Island”) e nel 2011 (“Stench”), hanno dato alle stampe questo ultimo EP autoprodotto di cinque tracce che ci è arrivato come un fulmine a ciel sereno. La band in patria ha riscosso un enorme successo nel recente passato, mentre qui da noi sono pressoché ignoti. Dopo un rapido sguardo al sito ufficiale della band, veniamo a conoscenza del fatto che i ragazzi in questione hanno ricevuto l’ordine di scrivere musica ultra-violenta e dissacrante per compiacere la volontà di uno strano signore dei goblin che odia la razza umana. Tra una risata e l’altra, abbiamo pensato in primis che si trattasse della solita band demenziale che lascia un po’ il tempo che trova. E sì, demenziali lo sono e parecchio, ma non solo: in questo piccolo EP troviamo di tutto, dai blastbeat dei Dimmu Borgir alle tastiere pacchiane di Andrew WK, dalle cavalcate folk dei Turisas ai riff Gotheborg-style dei Soilwork. E la cosa più piacevole di tutto ciò è che il lavoro non risulta un’accozzaglia di sperimentazioni fine a se stessa, ma è invece un fluido, fruibile ed accattivante esempio di delirio applicato alla musica. Non parliamo del tipo di sperimentazioni à la Between The Buried And Me, bensì di un gruppo comunque ben attaccato alla forma canzone canonica. Tutti gli episodi che compongono questo EP divertono ed intrattengono, senza eccezioni. I Nekrogoblikon sono un fulgido esempio del fatto che, se la musica è buona, puoi scrivere anche una canzone su una giraffa e farla risultare piacevole – sì, proprio così: “Giraffe”, provare per credere. Il voto in calce è stato abbassato di mezzo punto data l’esiguo materiale presentato in questo EP, poco più di un quarto d’ora, ma per essere un antipasto ci fa davvero ben sperare in vista del prossimo full length. Sperando che i goblin non ci spazzino via prima, ovviamente.

TRACKLIST

  1. Friends (in Space)
  2. Nothing but Crickets
  3. Powercore
  4. Bells & Whistles
  5. Giraffe
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.