NEKROMANTHEON – Divinity Of Death

Pubblicato il 30/01/2011 da
voto
7.0
  • Band: NEKROMANTHEON
  • Durata: 00:29:02
  • Disponibile dal: 24/01/2011

Spotify:

Apple Music:

Una botta di adrenalina sotto forma di un condensato di thrash metal striato di hardcore di neanche mezz’ora. Questo, in pochissime parole, è il giudizio su “Divinity Of Death”, nuovo album di questa band al debutto, i norvegesi Nekromantheon. Il terzetto, formato da membri di altri gruppi norvegesi come Audiopain e Obliteration, concentra su questo LP una serie di tracce debitrici del primo thrash, quello più rozzo e violento. Qualche esempio? Ascoltate l’opener “GringoDeath” e poi chiedetevi se non assomiglia stilisticamente a “Escape To The Void” dei Sepultura, quando ancora erano un gruppo. Ecco quindi che scariche di batteria, riff veloci, urla e minimalismi tecnici si susseguono uno dopo l’altro in undici tracce che, per quanto poco variano stilisticamente, potrebbero essere un tutt’uno. Neanche ve ne accorgereste. Il thrash dei Nekromantheon è adrenalinico, pressante, rabbioso. Ci troviamo di fronte a delle autentiche sfuriate. Su tutte i quarantadue secondi di “Lex Talionis”, dove addirittura i nostri ritengono inutile cantare. E anche “Tortured In Tartaros”, che supera di poco il minuto e “Further Beyond”, brano tritaossa con dei riff di chitarra ferali. Con una produzione minimalista, che relega la voce in lontananza, preferendo evidenziare il lavoro di chitarra su tutto il resto, il terzetto si propone quindi come nuova leva del thrash metal minimalista e debitore vita natural durante degli anni ’80. Per gli amanti, per i nostalgici, ma anche per chi volesse un ottimo disco per scaricare la rabbia di una giornata di lavoro sotto padrone o anche per digerire un quattro in italiano, diremmo che i Nekromantheon fanno al caso vostro.

TRACKLIST

  1. Gringo Death
  2. The Point of No Return
  3. Cry Havoc
  4. Divinity of Death
  5. Lex Talionis
  6. Devolutionary Storms
  7. Tortured in Tartaros
  8. Further Beyond
  9. Acid Visions
  10. Psyanide
  11. Alcoholy Terror
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.