NEMESEA – The Quiet Resistance

Pubblicato il 26/11/2011 da
voto
7.0
  • Band: NEMESEA
  • Durata: 00:55:58
  • Disponibile dal: 18/11/2011
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Giunti al terzo album, i Nemesea, female-fronted band olandese dalle influenze gothic/symphonic, trovano finalmente la loro vera dimensione artistica, mozzando in maniera definitiva il cordone ombelicale con il sound delle band madri (After Forever, Within Temptation) e consolidando il proprio sound in maniera più personale, compiendo dunque un deciso salto di qualità rispetto alle precedenti uscite. “The Quiet Resistance” rappresenta infatti il bilanciamento tra le radici sinfoniche da sempre alla base del bagaglio genetico della band, le atmosfere gotiche degli altri due album ed una tendenza tutta nuova verso sonorità più elettroniche e quasi dance. Il suono generale della band risulta dunque ulteriormente contaminato, e quelle piccole tentazioni verso il pop o il rock che già erano presenti nelle precedenti uscite si concretizzano infine nella forma di vere e proprie linea guida per l’album, arrivando in ultima analisi a rappresentarne proprio i principali punti di forza. I modelli Within Temptation e After Forever risultano quantomai lontani: la nuova dimensione dei Nemesea pare avvicinare la band sicuramente più agli Evanescence e al loro rock da classifica che a realtà appartenenti esclusivamente al mondo del metal. A parte l’evoluzione del sound e del songwriting, troviamo un ulteriore punto di miglioramento nella voce della front-girl Manda Ophuis, autrice su quest’album di una prova ottima, caratterizzata sia da registri vocali aperti e coinvolgenti, quasi urlati, sia da momenti più intimisti, dove il suo sussurro sembra solo accarezzare una base ritmica spesso affidata alle sole tastiere o agli effetti elettronici. Il disco si apre in maniera magistrale, che ci aveva fatto sperare inizialmente in un vero e proprio album bomba: l’emozionale intro iniziale prepara il campo alla bellissima “Caught In The Middle”, mirabile commistione di sonorità gotiche e musica dance, che viene subito bissata dal buon singolo “Afterlife” e dal suo orecchiabilissimo ritornello. Purtroppo, a questi che sono poi i due momenti migliori dell’album non seguono pezzi altrettanto solidi, e questo provoca una leggera flessione soprattutto nella parte centrale dell’album, salvo poi fortunatamente rialzarsi con le conclusive “Rush” e “Allein”, l’ultima delle quali scritta in lingua tedesca e vedente la partecipazione di un cantante maschile, strabiliante clone di Till Lindemann dei Rammstein. Tra ritmi elevati, basi elettronice e melodie mainstream strizzanti l’occhio al pop, i Nemesea ci regalano un album dalle buone qualità che, anche se mostra ancora qualche punto debole e qualche ingenuità sparsa in giro, ha l’importante pregio di collocare la band in una dimensione musicale più personale, allontanando definitivamente lo spettro di altre band. I Nemesea sono ora una band ben definita e con un proprio stile personale; ora sta a voi decidere se questa dimensione dei Nemesea vi piace oppure no. Personalmente, noi propendiamo per un deciso pollice alzato, specchio del voto in calce alla recensione.

 

 

TRACKLIST

  1. The Quiet Resistance
  2. Caught In The Middle
  3. Afterlife
  4. Whenever
  5. If You Could
  6. High Enough
  7. Say
  8. It’s Over
  9. I Live
  10. Stay With Me
  11. Rush
  12. Release Me
  13. 2012
  14. Allein
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.