NEROMEGA – NerOmega

Pubblicato il 23/04/2021 da
voto
8.0
  • Band: NEROMEGA
  • Durata: 00:24:08
  • Disponibile dal: 11/04/2021
  • Etichetta:
  • Regain Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

Bel recupero ad opera della Regain Records, che sceglie di ristampare questo EP, precedentemente uscito solo su cassetta, in tiratura rigorosamente limitata, attraverso la tedesca Darkness Shall Rise (abbastanza sorprendentemente, considerando il roster interamente votato al black/death dell’etichetta).
Coi Neromega siamo lontanissimi dal metal estremo, infatti ci muoviamo in territori doom rock con tocchi psichedelici e progressivi. Il primo impatto è subito positivo e ci rivela una band che sa perfettamente cosa sta facendo: le note introduttive del disco parlano genericamente di una line-up composta da ‘musicisti romani attivi da più di venticinque anni in contesti musicali differenti’, ma con poco sforzo di ricerca scopriamo che alla voce e dietro le pelli troviamo rispettivamente Simone Salvatori e Andrea Freda degli Spiritual Front (tra gli altri). Un plauso per aver scelto di anteporre la musica al marketing evitando di presentare il gruppo come ‘il nuovo progetto di’, anche nel rispetto dell’identità dei Neromega, che si nutre evidentemente anche dell’esperienza del chitarrista Francesco Conte, che ritroviamo in progetti musicalmente diversissimi, tra i quali ci sono i Sabbatonero, tribute band dei Maestri di Birmingham. Quest’ultimo particolare non è certo ininfluente, dal momento che il nero marchio della band di Tony Iommi è impresso a fuoco tra i solchi di questo dischetto: si tratta di un aspetto che potrebbe rappresentare un limite, ma fortunatamente non siamo di fronte all’ennesima formazione occult-doom wannabe, e la forza di questo mini è proprio quella di evitare un’infilata di cliché stilistico/musicali evitando di calcare la mano sulle tematiche occulte. Il risultato sono una manciata di brani freschi, ben scritti e capaci di farsi apprezzare di più con il crescere degli ascolti, complici dei testi interessanti e linee vocali che restano facilmente impresse.
Siamo lontani dalla tetra morbosità tipica del dark sound nostrano, ma i Neromega rappresentano molto bene il lato gotico dell’heavy rock del nostro Paese, portando avanti un discorso che è tipicamente italiano, senza che questo sia sinonimo di un approccio naif alla scrittura e alla realizzazione del prodotto, anzi. E non è un caso se il pezzo posto in chiusura è un’ottima cover di “Un Posto” ( tratta da “Sirio 222”, piccola gemma anni ‘70 targata Balletto Di Bronzo, che unisce magistralmente progressive e hard rock) ad indicare un filo conduttore che li unisce alla cosiddetta ‘musica dura’ italiana di allora.

 

TRACKLIST

  1. Solitudine
  2. Pugnale E Ardore
  3. Morte Nella Fede
  4. Un Posto
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.