NERVE – Fracture

Pubblicato il 20/11/2013 da
voto
6.5
  • Band: NERVE
  • Durata: 00:37:47
  • Disponibile dal: 21/06/2013
  • Etichetta: Buil2kill Records
  • Distributore: Audioglobe

Tornano alla carica i genovesi Nerve, giunti con questo “Fracture” al loro terzo full length in otto anni di attività. Ancora una volta i Nostri si prendono tutto il tempo necessario per la pubblicazione, che arriva a tre anni di distanza dal buon “Hate Parade”. Nel frattempo vi sono stati anche dei cambi di formazione e sul nuovo platter la batteria é suonata addirittura da Dariusz Brzozowski, ex Vader e da anni live drummer dei Dimmu Borgir. Forse anche a causa di questa scelta, “Fracture” é decisamente più estremo rispetto al suo predecessore, dato che nelle undici tracce qui presenti le melodie di stampo svedese si sono ridotte al lumicino per lasciare spazio ad un groove metal estremo e tendente al death. A livello meramente esecutivo ci pare di poter dire che tutta la band sia cresciuta rispetto al passato, riuscendo a coniugare al meglio una certa dose di tecnica con un impatto sempre devastante, sebbene a tratti un po’ fine a sé stesso. Questa sensazione di leggero appannamento é forse dovuta anche ad una produzione molto bombastica ma che ci pare anche piatta e monocorde, ad opera del singer Fabio Palombi. Comunque, i fan di Lamb Of God, Strapping Young Lad, Pantera e Devildriver dovrebbero apprezzare le strutture soffocanti dei brani, gli squarci melodici, la volontà di fare male perpetuata nota dopo nota, l’alternanza tra schegge di violenza incontrollata ed un groove panteriano (vedasi “Scream” e “Lenny Nero” a tale proposito), la follia compositiva debitrice del Townsend più oltranzista di “Neither Here Nor There”, il riffing death citato in “Revelations” ed in generale il lavoro perfetto della sezione ritmica (oltre al già citato drummer polacco ricordiamo il basso di Jacopo); al resto pensano le urla belluine di Fabio e l’onnipresente chitarra di Ermal, bravissimo a variare timbro stilistico all’occorrenza. Ripetiamo, nel complesso “Fracture” ci pare leggermente inferiore e più standardizzato rispetto ad “Hate Parade”, ma anche con questa nuova fatica i Nerve si dimostrano combo solido ed affidabile.

TRACKLIST

  1. Antichrist
  2. The Sequence
  3. Fracture
  4. Scream
  5. Al-Dajjal
  6. Revelations
  7. Neither Here Not Ther
  8. Zero
  9. Lenny Nero
  10. Waves
  11. The Reign Of Thousand Years
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.