NERVOCHAOS – Ablaze

Pubblicato il 28/06/2019 da
voto
6.0
  • Band: NERVOCHAOS
  • Durata: 00:53:21
  • Disponibile dal: 21/06/2019
  • Etichetta: Hammerheart Records
  • Distributore: Audioglobe

Quando le prime note di “Necroccult” riecheggiano dallo stereo un leggero stupore, misto a godimento, pervade le orecchie: quel riff, meno pesante di quello originario ma più pungente, ci rimanda per forza di cose al lugubre intro di “Obsculum Obscenum” di tali Hypocrisy. Sfumata l’esaltazione iniziale e con esso il primo, strumentale, brano, il qui presente “Ablaze”, ottava fatica dei NervoChaos, si lancia verso un lunghissimo e, a dire il vero, monotematico assalto in chiave thrash/death che, proprio a causa della sua durata, scade in continue e ridondanti ripetizioni. Diciamo che sui sedici pezzi previsti in tracklist, almeno la metà poteva tranquillamente rimanere sulla carta. La scuola death della band brasiliana è ancorata saldamente al sound emanato a suo tempo dai padri del genere in terra carioca: dai Sepultura ai Sarcofago ai Vulcano, oltre ai contemporanei Torture Squad. Il tiro, così come i riff ed il timbro ritmico, tipico di certe sonorità, vengono praticamente rimarcati in ognuno dei singoli episodi ma, se nella prima parte dell’album, da “Demonic Juggernaut” sino a “Cave Bestiam” una certa varietà d’intenti sembra tenere alto l’interesse generale, convogliando sfuriate senza tregua (“Whisperer In Darkness”), passaggi più lenti e desolanti (“Feast Of Cain”) e uptempo più aggressivi (“Death Rites”) durante i quali la voce tenebrosa di Diego Marcadante fa da contraltare a quella al vetriolo di Guiller, dopo la mitragliata sonora di “Dawn Of War” è un susseguirsi di ciò che si è appena avuto modo di ascoltare. Ripetizioni in serie che, oltre a testimoniare un calo inevitabile di idee, fa perdere grinta ed energia all’intero full-length. Peccato perché le avvisaglie di un lavoro discreto, sempre nell’ambito underground della proposta, c’erano tutte. Non si spiega questo allungamento biblico di pezzi che, a ben guardare, è un po’ il marchio di fabbrica degli stessi NervoChaos ma che, forse, questa volta, è andato oltre ogni limite.

TRACKLIST

  1. Necroccult
  2. Demonic Juggernaut
  3. Feast Of Cain
  4. Whisperer In Darkness
  5. Death Rites
  6. Shamanic Possession
  7. Into Nightside
  8. Cave Bestiam
  9. Dawn Of War
  10. Mors Indecepta
  11. Stalker
  12. My Dues
  13. Downfall
  14. A World Between Worlds
  15. Walk Away
  16. Of Evil And Men
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.