NICKE BORG HOMELAND – Ruins Of A Riot

Pubblicato il 17/10/2014 da
voto
8.0
  • Band: NICKE BORG HOMELAND
  • Durata: 00:36:43
  • Disponibile dal: 06/10/2014
  • Etichetta: Gain Records
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Secondo album per il progetto solista di Nicke Borg, frontman della leggendaria sleaze rock band Backyard Babies, questo “Ruins Of A Riot” è un album davvero interessante. Lasciate da parte le ruvide ma comode atmosfere sleaze di sicuro successo che caratterizzano la produzione della band svedese, Nicke si lancia con questo progetto alla ricerca di un rock molto particolare, più personale e ricercato, ma anche intriso di venature pop da classifica e richiami all’hair metal dei tempi d’oro, e ciò che ne fuoriesce è un prodotto che non può essere definito se non ‘di classe’. Inutile dire che l’assenza dell’alter ego ingombrante di Nicke, Dregen, si sente moltissimo tra i solchi di questo “Ruins Of A Riot”, ma è una assenza che rende tutto il mood del disco un tantino più leggero, come quando manca il capo al lavoro e si lavora comunque, ma con un clima più leggero. Dieci i brani in questo album, tutti di altissimo livello, tra i quali spiccano la dolcissima power ballad “End Of The Rainbow”, la cantilenante ed evocativa “Devil Angel Mother”, la catchy title-track e la splendida “Borrowed Feathers”, anche se ogni pezzo di “Ruins Of A Riot” ha un altissimo indice di gradimento ed un proprio perché. Ottima la produzione ad opera di Mats Valentin per un album che rischia concretamente di porsi allo stesso livello qualitativo e di gradimento dei lavori della band madre. In attesa del ritorno dei Backyard Babies, non poteva arrivare prodotto migliore.

TRACKLIST

  1. This Army
  2. Making Out With Chaos
  3. Midsummer Mad
  4. End Of The Rainbow
  5. Borrowed Feathers
  6. Out Of Line
  7. Revolution
  8. Heartless Hooligan
  9. Ruins Of A Riot
  10. Devil Angel Mother
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.