NIGHTGLOW – Rage Of A Bleedin’ Society

Pubblicato il 29/11/2019 da
voto
7.0
  • Band: NIGHTGLOW
  • Durata: 00:56:40
  • Disponibile dal: 25/10/2019
  • Etichetta: (logic(il)logic)
  • Distributore:

I Nightglow non sono certo una band di sbarbati alle prime armi, essendo i Nostri attivi da quasi quindici anni ed ormai alla soglia del terzo disco, ed è una cosa che si nota immediatamente, anche da un ascolto distratto. Con questo ultimo lavoro “Rage Of A Bleedin’ Society”, i ragazzi di Modena sciorinano l’ennesimo pregevole dischetto di groove metal dal piglio dinamico e moderno, con qualche guizzo di ‘locura’ qua e là che conferisce un po’ di pepe al tutto. Le coordinate di riferimento, per chi non avesse familiarità col sound degli emiliani, possono essere ridotte ad una sorta di figlio bastardo tra i Down ed i primi Avenged Sevenfold, soprattutto data la similarità vocale tra il singer Abba ed il nerboruto M. Shadows. Le tracce si susseguono leggere e guizzanti, non facendoci accorgere del tempo che passa, ed essendo il disco piuttosto lungo di suo, con ben tredici episodi, è già una bella vittoria per il combo modenese. Tra i pezzi pià interessanti ci sentiamo di citare “Fuck@looza”, cazzutissima bordata a tutto groove senza compromessi, “Overlord”, carattarezzata da un riff abbastanza ricercato per le coordinate di riferimento, ed un ritornello spassosissimo, a tutto gang vocals, che promette di fare faville in sede live. “The Last One” colpisce, ruffiana, con un’architettura semplice ma assolutamente efficace, mentre “Daenerys”, lampante omaggio alla ‘Madre dei Draghi’ di “Game Of Thrones”, ci regala una pregevole prova di songwriting di metal moderno nel 2019, grazie ad un ottimo dinamismo tra comparto strumentale e vocale, che confezione il pezzo forse più interessante del lotto.
La produzione, scarna e cruda per la sezione ritmica, se da un lato contribuisce a creare un effetto nostalgia, andando a differenziare il sound dei Nostri rispetto alla moltitudine di uscite lucidate che affollano il mercato oggigiorno, dall’altro toglie un po’ di potenza alla resa effettiva dei singoli pezzi, a parere di chi vi scrive. Ad ogni modo, ci sentiamo di dare un grossa pacca sulla spalla ai Nightglow, perché sono riusciti a sfornare un prodotto di qualità, dalle molteplici sfaccettature ma comunque sempre facilmente fruibile anche dall’ascoltatore medio, ritagliandosi una propria nicchia all’interno della scena. Avanti così!

TRACKLIST

  1. Thy Flesh Consumed
  2. X
  3. Circus Of The Damned
  4. Fuck@loosa
  5. On Your Own
  6. Overlord
  7. Alive
  8. Gone
  9. Mofo Social Club
  10. The Last One
  11. Feed My Demon
  12. Daenerys
  13. Erzsébet
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.