NIGHTMARE – Aeternam

Pubblicato il 03/10/2020 da
voto
6.5
  • Band: NIGHTMARE
  • Durata: 00:48:43
  • Disponibile dal: 02/10/2020
  • Etichetta:
  • AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

Sono passati più di quattro anni dall’ultima fatica discografica dei francesi Nightmare, quel “Dead Sun” che aveva visto un notevole cambiamento nel sound della band grazie all’innesto della bravissima Magali Luyten a dare una nuova impronta femminile alle composizioni. Quello che non ci aveva convinto, però, era la qualità della scrittura dei Nightmare, che sembravano persi nella ricerca di un proprio stile, senza riuscire a consolidarlo in canzoni davvero degne di nota. La domanda, quindi, è se questi quattro anni di attesa siano riusciti a chiarire le idee alla formazione francese, portando verso una nuova fase di una carriera ormai quasi quarantennale. Purtroppo, ancora una volta, non ci sentiamo di dare una risposta completamente positiva in questo senso. I Nightmare, infatti, da una parte sembrano aver trovato la loro dimensione, scegliendo nuovamente una voce femminile, quella della bravissima Madie, chiamata a sostituire la dimissionaria Magali. Da un punto di vista stilistico, invece, l’album risulta ancora piuttosto confuso, impegnato a sperimentare strade diverse, senza la giusta incisività. Ancora una volta lo stile del gruppo si fonda su un power metal serrato e roccioso, che trova il suo punto di forza nelle ritmiche veloci e, soprattutto, nella performance vocale virtuosa di Madie. La cantante raggiunge con facilità note all’estrema altezza del pentagramma, senza mai perdere in energia e mantenendo un timbro che rimane sì femminile, ma anche graffiante come si conviene ad un lavoro dai tratti bellicosi come “Aeternam”. Rispetto al passato la band si spinge ulteriormente in territori al limite del death melodico e in queste occasioni il risultato non è affatto disprezzabile, ma in molte altre occasioni la band sembra vagare tra influenze molte diverse, ora con una cavalcata che potrebbe essere uscita dalle corde di Jon Schaffer, ora infarcendo le composizioni di orchestrazioni stucchevoli, fino ad arrivare ad un certo gusto per il virtuosismo figlio del prog metal. Se è vero, dunque, che “Aeternam” risulta essere un lavoro più dinamico del suo piattissimo predecessore, al tempo stesso ci rimane la sensazione di avere a che fare con un lavoro ancora lacunoso in termini di personalità, con mancanze che vengono mascherate da una produzione particolarmente roboante.

TRACKLIST

  1. Temple Of Acheron
  2. Divine Nemesis
  3. The Passenger
  4. Downfall Of A Tyrant
  5. Crystal Lake
  6. Lights On
  7. Aeternam
  8. Under The Ice
  9. Black September
  10. Anneliese
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.