NONPOINT – Nonpoint

Pubblicato il 01/01/2013 da
voto
8.0
  • Band: NONPOINT
  • Durata: 00:39:06
  • Disponibile dal: 20/11/2012
  • Etichetta: Razor & Tie
  • Distributore:

Una piacevole sorpresa. E’ questa la sensazione provata ascoltando per l’ennesima volta il CD omonimo dei Nonpoint, formazione floridiana la cui storia ricalca quella di molti altri sopravvissuti del nu-metal, dall’ascesa negli anni ruggenti della scena – l’immancabile contratto sulla major di turno, un paio di apparizioni sul palco dell’Ozzfest, una manciata di singoli nelle Billboard 200 Chart – all’inevitabile declino a seguito del calo d’interesse del pubblico per pantaloni a vita bassa e cappellini NFL, ulteriormente acuito da una serie di uscite non all’altezza dei primi album. A differenza di altri, quello che potrebbe cambiare nel caso del quintetto capitanato da Elias Soriano, insieme al drummer Robb Rivera unico sopravissuto della prima line-up, è il finale della storia, ancora da scrivere ma di cui “Nonpoint”, settimo full-length in dodici anni di attività, rappresenta un nuovo, entusiasmante incipit. Prodotto in maniera magistrale da Johnny K, altro nome caro ai nu-stalgici, l’album parte subito forte con “Lights, Camera, Action” – della serie ‘buona la prima‘ -, e conferma il ritrovato stato di forma del rap-metal con “I Said It”, gradito ritorno ai fasti di “Statement”. “The Way I See Things”, “Left For You”, “That Day” e “Pandora’s Box” sono i classici pezzi scala-classifiche pompati di groove e guarniti di chorus super catchy, mentre il gusto melodico portato alla ribalta ai tempi di “Development” e “Recoil” trova qui ampio spazio nella vibrante “Another Mistake” e nel saliscendi emotivo di “Indipendence Day”. Il libro dei ricordi si chiude in bellezza con “Ashes” – basso pulsante, atmosfere latine e perfino un assolo (!) -, degno finale di un disco che sancisce il definitivo ritorno di una delle formazioni di punta del nu-metal in un momento storico in cui la concorrenza è ormai ridotta ai minimi termimi. Acquisto obbligato per chi ha passato l’adolescenza ballando sulle note di Rage Against The Machine, System Of A Down, Papa Roach, Korn e compagnia saltellante.

TRACKLIST

  1. Lights, Camera, Action
  2. The Way I See Things
  3. I Said It
  4. Left for You
  5. International Crisis
  6. Another Mistake
  7. That Day
  8. Pandora's Box
  9. Go Time
  10. Independence Day
  11. Temper
  12. Ashes
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.