NONPOINT – The Poison Red

Pubblicato il 19/07/2016 da
voto
6.0
  • Band: NONPOINT
  • Durata: 00:48:00
  • Disponibile dal: 07/15/2016
  • Etichetta: Spinefarm
  • Distributore: Universal

Il recente aumento d’interesse nei confronti del nu-metal sta avendo ricadute positive anche sulle seconde e terze linee – quelle, per intenderci, cresciute sui palchi minori dell’Ozzfest -, tornate in attività dopo anni o di nuovo nel roster delle etichette più importanti. E’ questo ad esempio il caso dei Nonpoint, formazione attiva senza soste dal 2000, se pur con alterne fortune e gli inevitabili campi di line-up, ma tornata solo oggi sotto l’egida di una major, a una dozzina d’anni dal capolavoro “Recoil”. Detto della simpatia che chi scrive prova per Elias Soriano e soci, l’impressione tuttavia è che i cinque non abbiano sfruttato al meglio questa nuova possibilità, consegnando agli annali un nono album meno ispirato non solo rispetto agli esordi, ma anche se messo a confronto con le due produzioni più recenti. Non che l’ingresso del nuovo chitarrista B.C. Kochmi, già in forze ai Dark New Day, abbia cambiato granchè a livello stilistico (anzi, i suoi numerosi assoli rappresentano la sorpresa positiva del disco), ma scorrendo la tracklist non sono molti i brani che si stampano da subito in testa. Tra questi, segnaliamo il primo singolo “Generation Idiot”, la più emozionante “Divided…Conquer Them” e la potente “Be Enough”, mentre il resto oscilla nel classico limbo senza infamia e senza lode, con qualche strizzatina d’occhio al passato (“El Diablo” riprende le atmosfere latineggianti di “Rabia” e “Orgullo”, senza però la stessa convizione) e la solita prova di spessore del già citato singer. Chi in tutti questi anni non ha mai voltato le spalle alla formazione floridiana probabilmente non avrà difficoltà ad entrare in sintonia anche con “The Poison Red” (idealmente posizionato a metà classifica nella discografia completa), ma l’impressione resta come detto quella di un’occasione in parte sprecata.

TRACKLIST

  1. Generation Idiot
  2. Foaming At the Mouth
  3. Bottled Up Killer Bees
  4. Rabbit Hole
  5. Chasing White Rabbits
  6. Standing In the Flesh
  7. Divided.. Conquer Them
  8. Radio Chorus
  9. Spanish Radio Hour
  10. El Diablo
  11. No Running Allowed
  12. Promises
  13. Be Enough
  14. My Last Dying Breath
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.