NOVAE MILITIAE – Topheth

Pubblicato il 12/09/2020 da
voto
6.5
  • Band: NOVAE MILITIAE
  • Durata: 00:53:33
  • Disponibile dal: 15/09/2020
  • Etichetta: Goathorned Productions
  • Distributore:

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

La band francese conferma senza troppi guizzi le sue sonorità cavernose e occulte, un tappeto di ferocia che di umano ha poco, specie per l’apporto rilevante di un cantato che passa con naturalezza dai toni più abrasivi e gutturali a brevi sprazzi aulici, quasi epici, ma sempre di natura belluina.
La struttura dei brani è abbastanza omogenea, con partenze in uptempo furioso e progressive traslazioni verso sonorità con una certa aura esoterica; un risultato che si ottiene grazie al rallentamento delle ritmiche e all’innesto di passaggi dilatati, che di solito si risolvono in finali soffocanti e puramente strumentali; con i dovuti distinguo, potremmo parlare di un riuscito punto d’incontro tra le peggiori nefandezze black-death di scuola australe e le sperimentazioni più occulte degli Incantation, che citiamo anche per una certa sensazione sotterranea, o meglio potremmo dire “strisciante”, di oscure presenze aleggianti.
Come nel loro precedente album, vanno sul podio dei pregi di questo “Tophet” le parti di batteria: una furiosa mazzata, tuttavia dinamica e variegata quando serve, al punto che agli ascolti successivi – oggettivamente necessari per un lavoro che, a primo impatto, trasmette solo la dimensione più catacombale e repellente – ci si rende conto di come sia proprio il lavoro dietro le pelli a donare varietà e stimoli a un disco che, nella natura del genere, non si fa certo amare per le sue melodie o per riff memorabili. In questa sequenza di invocazioni ctonie, svolgono un ruolo rilevante le due tracce che chiudono le due (ideali) facciate: prima “The Call Of Aeshma”, puri effetti sonori cupi, quasi impalpabili se non fosse per i tamburi tribali che emergono nel corso del brano; e poi la conclusiva “A.R.F.A.”: oltre cinque minuti di sintesi tra evocazioni di culti dimenticati, sonorità spettrali e horror che ben compensano la brutalità cieca dei sei brani restanti.

TRACKLIST

  1. Towards The Sitra Achra
  2. Advent Of The Prophet
  3. Faithfully Reduced To Ashes
  4. The Call Of Aeshma
  5. Elevated tTo Him
  6. Affliction Of The Divine
  7. The Table Of Revelations
  8. A.R.F.A
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.