NOVEMBRE – The Blue

Pubblicato il 30/10/2007 da
voto
8.5
  • Band: NOVEMBRE
  • Durata: 01:07:27
  • Disponibile dal: 05/11/2007
  • Etichetta: Peaceville
  • Distributore: Halidon

Sorprende alquanto ritrovare i Novembre fuori con un nuovo album a solo un anno e mezzo di distanza dalla pubblicazione del fortunatissimo “Materia”. Anche se non era mai stato preciso volere della band, eravamo sempre stati abituati ad aspettare almeno due/tre anni per ascoltare un nuovo lavoro del gruppo capitolino, invece ora pare proprio che le cose siano cambiate in questo senso. I Novembre sono in un ottimo stato di forma, possono contare su una label – la Peaceville Records – che è pronta a supportarli al meglio e sono diventati decisamente prolifici. Ecco dunque che ci ritroviamo fra le mani dodici composizioni per oltre un’ora di nuova musica novembrina, che ha tutte le carte in regola per bissare il successo di “Materia” e di tutti gli album precedenti. Ci piacerebbe davvero sapere come fanno Carmelo Orlando e Massimiliano Pagliuso, i due principali compositori della band, a produrre così tante idee vincenti una dietro l’altra, da tanti anni a questa parte. Il nuovo “The Blue” è infatti l’ennesima dimostrazione di classe cristallina da parte del quartetto, da tempo ormai in possesso di uno stile proprio e facilmente riconoscibile e oggi abile a rivisitare quest’ultimo in una chiave sempre un po’ diversa rispetto al passato. Se “Materia” aveva infatti dato molto spazio all’anima più eterea e sognante dei doom-death metallers nostrani, “The Blue” offre generalmente brani più cangianti e multisfaccettati, che non dimenticano affatto quanto prodotto su “Materia”, ma che, al tempo stesso, si muovono su binari più progressivi e arcigni. Accanto alle consuete melodie dolciastre, alle intelaiature di chitarra acustica e ai sempre più avvincenti assoli di Massimiliano Pagliuso, troviamo infatti ritmiche assai complesse, progressioni per certi aspetti veramente ardite e linee vocali fra le più intricate della storia della band, le quali vedono il buon Carmelo Orlando alternare clean e growling vocals in maniera decisamente più frequente rispetto a “Materia”. Quasi inutile sottolineare come siano necessari numerosi ascolti per metabolizzare a pieno “The Blue”: ad eccezione di un paio di tracce, non è rintracciabile molta linearità nel lavoro, di conseguenza è probabile che i fan di pezzi come “Nostalgiaplatz” o “Memoria Stoica/Vetro” possano rimanere un po’ interdetti durante le prime fruizioni. Giusto “Bluecracy” e “Argentic” si lasciano canticchiare sin da subito, mentre il resto della tracklist necessita di ascolti attenti e pazienti per essere compresa del tutto. Ma possiamo garantirvi che ne vale la pena, perchè anche questa volta i Novembre sono riusciti a confermarsi maestri del loro genere, dando vita ad un lotto di brani che non conosce cadute di tono e che regala una serie di perle destinate a diventare presto degli indiscussi classici del gruppo. Su tutte, la ritmata “Triesteitaliana” – spezzata nel mezzo da un break tiratissimo che rimanda addirittura a “Wish…” – la succitata “Bluecracy”, “Architheme”, “Nascence” (nella quale Carmelo duetta con una notevole voce femminile), “Iridescence”, “Cantus Christi” e “Zenith”, traccia, quest’ultima, quasi interamente strumentale, ma che nel finale regalerà una sorpresa a tutti i fan di “Novembrine Waltz”. In sintesi, come avrete ormai intuito, “The Blue” altro non è che l’ennesimo centro della discografia di Carmelo Orlando e compagni. Non si hanno quasi più parole per descrivere con efficacia la bravura di questi ragazzi: se oggi i Novembre non sono la migliore metal band italiana, pochissimo ci manca.

TRACKLIST

  1. Anaemia
  2. Triesteitaliana
  3. Cobalt Of March
  4. Bluecracy
  5. Architheme
  6. Nascence
  7. Iridescence
  8. Sound Odyssey
  9. Cantus Christi
  10. Zenith
  11. Argentic
  12. Deorbit
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.