OCEANS OF SLUMBER – Starlight And Ash

Pubblicato il 29/07/2022 da
voto
7.5
  • Band: OCEANS OF SLUMBER
  • Durata: 00:49:54
  • Disponibile dal: 22/07/2022
  • Etichetta:
  • Century Media

Spotify:

Apple Music:

È un percorso di incessante trasformazione, meglio, rivoluzione, quello affrontato dagli Oceans Of Slumber. Uscito ancora vivo e forte dal cambio di quattro sesti della line-up nel periodo successivo al terzo album “The Banished Heart”, il gruppo guidato da Cammie e Dobber Beverly ha pensato bene di accantonare una larga parte delle caratteristiche sonore precedenti, presentandosi con “Starlight And Ash” con un’identità tutta nuova. Non ci fosse scritto Oceans Of Slumber sulla copertina e non fosse per i vocalizzi di Cammie, staremmo pensando di ascoltare un’altra band. Il motivo è presto detto: del suono massiccio, opulento, torvo e complesso offerto fino al full-length omonimo del 2020, è rimasta poca traccia. Influenze estreme, doom, progressive, si sono dileguate, per concedere il palcoscenico a quello che il duo creativo principale ha definito (efficacemente, glielo concediamo) ‘southern gothic’. La malinconia cantautorale già presente, più velata, nel modo di concepire il metal della formazione, prende pienamente il sopravvento, dando piena manifestazione all’amore dei musicisti per il southern rock, il blues, il crooning; le radici del sud degli Stati Uniti e la loro inconfondibile manifestazione sonora si compenetrano alle tentazioni gotiche, a un’oscurità romantica e decadente.
Le dense fluttuazioni delle ritmiche chitarristiche, gli spasmi della sezione ritmica, le urla, i growl, le accensioni di violenza, i momenti istintivi che caratterizzavano a vario titolo i predecessori, sono proprio assenti. Se ritorneranno, non è dato sapere. “Starlight And Ash” è, al contrario, un album di ‘metal crooning’ mischiato al classic rock, con la versatile vocalità di Cammie a fungere, ancora più di prima, a perno della narrazione. C’è un filo conduttore tematico nelle undici tracce, si raccontano luoghi e personaggi di un’immaginaria città marittima, concentrandosi su sofferenze, timori, angosce, vissuti tormentati. Seppur asciugato di potenza e impeto, il suono degli Oceans Of Slumber rimane molto dettagliato, aggraziato nel suo profondersi in note luttuose, con un ampio corredo di arpeggi e pause elettroacustiche a sostituirsi agli intrecci prog del passato. Nei chiaroscuri, nelle pause teatrali, negli sprazzi di luminosità di alcune melodie, si colgono un gusto e una finezza non inferiori ai dischi precedenti, tutt’altro. Ballate posate come “The Lighthouse” e “The Hanging Tree” si intervallano a tracce lievemente più dinamiche e potenti (“Red Forest Roads”, “Just A Day”), mettendo in primo piano i sentimenti, cercando di scavare nell’animo umano per estrarre sensazioni autentiche e raccontarle nel modo più vero e sentito possibile. Quando il ‘vecchio’ ardore metal si rimette in circolo, lo fa in fondo solo per sottolineare alcuni concetti, per far risaltare meglio i contrasti, mentre l’identità soffusa e intimista dell’album non viene proprio intaccata.
Le tonalità delicate potrebbero in un primo momento scoraggiare, tanto forte è lo stacco con le pubblicazioni precedenti; andando avanti negli ascolti, si apprezza la voglia di cambiamento del sestetto, il non aver avuto timore di spezzare i legami con quello che ci si poteva attendere da loro. “Starlight And Ash” è un album decisamente riuscito, emozionante, un cullarsi nella malinconia che solo in parte rimane in contesti metal, ma non per questo perde di valore.

TRACKLIST

  1. The Waters Rising
  2. Hearts of Stone
  3. The Lighthouse
  4. Red Forest Roads
  5. The Hanging Tree
  6. Salvation
  7. Star Altar
  8. The Spring of ’21
  9. Just A Day
  10. House of the Rising Sun
  11. The Shipbuilder’s Son
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.