ODAL – Welten Mutter

Pubblicato il 02/05/2021 da
voto
7.0
  • Band: ODAL
  • Durata: 00:47:05
  • Disponibile dal: 23/04/2021
  • Etichetta:
  • Eisenwald Tonschmiede
  • Distributore: Audioglobe

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

Dalla Turingia ritorna una delle più interessanti realtà pagan black metal di tutta la Germania: gli Odal. Il duo, capitanato dal fondatore Taaken, torna in pista con il quinto full-length intitolato “Welten Mutter” che si presenta con una cover davvero intrigante ed evocativa, dal sapore epico e un po’ fantasy. I tempi in cui la band faceva le sue prime apparizioni sul mercato (con il secondo album “…Wielde Kraft” ad esempio) sono lontani, ma stilisticamente nemmeno troppo. Gli Odal hanno sempre utilizzato il lato ‘pagan’ (presente nei testi delle canzoni), musicalmente parlando, con parsimonia e relegandolo di fatto in brevi passaggi, riducendo al minimo o azzerando elementi sinfonici, acustici o folk. Ciò che ci mostrano, oltre alle radici black metal piuttosto lineari, è senza dubbio una maturità artistica cresciuta pian piano negli anni, una pulizia del sound che su “Welten Mutter” risulta persino eccessiva, in quanto toglie alla release quel velo fascinoso di mistero misto ad atmosfera, pur senza rovinarla. La forza degli Odal risiede nel saper creare un mood intenso, la loro musica è un fluido che scorre con impeto e non fa trapelare alcun cedimento di ritmo. Il riffing è semplice, ma la band lo rende ricco con un costante intreccio di riff melodici e graffianti al contempo. Talvolta la band si spinge su un songwriting evocativo ed epico, ma senza calcare troppo la mano, e questa si rivela una decisione vincente: la musica degli Odal mescola con equilibrio la rabbia, la malinconia, l’epicità, il mistero, ed il risultato finale è intrigante, composto da tutti questi elementi che si fondono assieme senza emergere nettamente. I capitoli migliori sono “Schattental” e “Welten Geflecht“ proprio per la loro intensità, per l’ispirazione, forse anche per una melodia più accentuata e per tocco che riesce a sfiorare l’animo dell’ascoltatore. Un album da ascoltare in un sol respiro e come se fosse composto da un’unica canzone, solo così riuscirete a coglierne davvero l’essenza ed il messaggio più intimo. Release consigliata ad un pubblico che segue il black metal, quello meno violento, e che apprezza la scena teutonica, con quel suo lieve tratto crepuscolare e disincantato che non perde mai il proprio fascino.

TRACKLIST

  1. …Um Ewiges Zu Schaffen
  2. Hellwach Schwelgend
  3. Schattental
  4. Der Kalte Nächte Atem
  5. Welten Mutter
  6. Welten Geflecht
  7. Erden Zeit
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.