ORIGIN – Echoes Of Decimation

Pubblicato il 25/03/2005 da
voto
6.0
  • Band: ORIGIN
  • Durata: 00:26:38
  • Disponibile dal: 25/03/2005
  • Etichetta: Relapse Records
  • Distributore: Self

Acclamati come uno dei gruppi più brutali che gli Stati Uniti abbiano mai prodotto, gli Origin, che annoverano tra le proprie fila ex Cephalic Carnage e Angelcorpse, sono più semplicemente una discreta brutal band. Death metal di purissima discendenza americana, vicino per certi veri a quello dei Cryptopsy ma indubbiamente meno vario è quanto contenuto in “Echoes Of Decimation”, interessante seppur non sempre seguibile declinazione del brutal d’oltreoceano. Esasperatamente veloci e a volte eccessivamente intricati, i nove brani messi insieme dai nostri rivelano un grosso pregio e almeno due difetti. Il pregio è quello, sempre più raro e prezioso, della sintesi; ventisei minuti di musica priva di lungaggini inutili. D’altra parte, però, gli Origin si dimostrano monocordi ed eccessivamente freddi; mancano i momenti di decompressione che farebbero meglio apprezzare la brutalità della band, mancano intenti realmente aggressivi e i pochi momenti veramente abrasivi si perdono in un oceano di esibizioni viruosistiche di scarsissimo interesse. Passabili, ma poco più.

TRACKLIST

  1. Reciprocal
  2. Endless Cure
  3. The Burner
  4. Designed To Expire
  5. Cloning The Stillborn
  6. Staring From The Abyss
  7. Amoeba
  8. Debased Humanity
  9. Echoes Of Decimation
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.