OUTER HEAVEN – Realms of Eternal Decay

Pubblicato il 28/10/2018 da
voto
7.0
  • Band: OUTER HEAVEN
  • Durata: 00:33:14
  • Disponibile dal: 12/10/2018
  • Etichetta: Relapse Records
  • Distributore: Audioglobe

All’esordio su un’etichetta importante come la Relapse, gli Outer Heaven spuntano dai boschi della Pennsylvania per conquistare il loro posto sul palco (già generosamente affollato) della scena death metal mondiale. I cinque hanno tutti esperienze in altre band – i Rivers of Nihil quella più nota – e prima di confezionare questo full-length hanno dato alle stampe una breve serie di demo e split, come si conviene ad ogni formazione interessata a fare un po’ di gavetta prima di compiere il grande salto del primo album. Gli esordi del gruppo sono stati all’insegna di un sound piuttosto aperto alle contaminazioni, spesso anche vicino a formule groove e hardcore-metal sulla scia di primi Crowbar e Twitching Tongues, ma con “Realms of Eternal Decay” i ragazzi virano con maggior decisione sul death metal, in un tripudio di chitarre fuzzy, ritmiche più convulse e growling cavernoso. Niente di nuovo sotto il sole, ma una cosa salta subito all’occhio: su “Realms…” non manca totalmente la componente groovy che ha contraddistinto i primi vagiti di questi statunitensi. Galeotta sicuramente è la giovane età della formazione, che fa emergere un lato tutto sommato orecchiabile in una proposta che, sulla carta, vorrebbe soprattutto essere un tributo al solito periodo d’oro del death metal anni Novanta. Insomma, a volte ci si avvicina sicuramente ad Autopsy, primi Gorefest o Cannibal Corpse, ma in altri tratti a colpire è l’attitudine dei Nostri a tirare fuori degli strappi in doppia cassa e delle cadenze ignoranti che ricordano mai troppo lontanamente quanto fatto dai californiani Xibalba. La ruota non gira dunque sempre nella stessa direzione: ciò che gli Outer Heaven non possiedono in termini di freschezza o di vera vocazione old school, lo compensano con una discreta dose di abrasività giovanile, una buona varietà di fondo e con una adeguata cura nel suono e nell’esecuzione, che permettono loro di confrontarsi con realtà musicali affini – vedi gli amici Gatecreeper o i Torture Rack – senza sfigurare. “Realms of Eternal Decay”, a conti fatti, è un disco che saprà sollazzare gli ascoltatori in cerca di un impatto e di strutture di facile digeribilità.

TRACKLIST

  1. Vortex Of Thought
  2. What Lies Beneath
  3. Pulsating Swarm
  4. Multicellular Savagery
  5. Echoes From Beyond
  6. Tortured Winds
  7. Bloodspire
  8. Sacrificial Evolution
  9. Putrid Dwelling
  10. Decaying Realms
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.