PAGANIZER – 20 Years in a Terminal Grip

Pubblicato il 05/12/2014 da
voto
6.5
  • Band: PAGANIZER
  • Durata: 02:00:00
  • Disponibile dal: 28/11/2014
  • Etichetta: Cyclone Empire
  • Distributore:

La prolificità e la megalomania di Rogga Johansson sono ormai semi-leggendarie nell’underground death metal. Siamo arrivati al punto che quando il musicista svedese non ha sotto mano sufficiente musica inedita per pubblicare un nuovo album dei suoi mille progetti, questo viene sostituito da una raccoltona. È il caso dei Paganizer, forse la band più longeva tra quelle che vedono protagonista Johansson; alfiere sin dal 1998 del più incompromissorio death metal made in Sweden, il gruppo dà ora alle stampe sotto Cyclone Empire una doppia compilation che include una parte “best of” (19 tracce) e una parte “rarità” (27!). Agli occhi di un ascoltatore occasionale – ma anche di un fan obiettivo, a dire il vero – una tale mole di materiale potrà senz’altro apparire spropositata; d’altronde, il solo parlare di “best of” per un gruppo onesto ma non certo trascendentale come i Paganizer suona un po’ sconveniente, per lo meno se si guarda al numero di brani inclusi nella tracklist, che sarebbero forse troppi anche per una realtà più importante. Ma c’è poco da fare: questo è Rogga Johansson, un musicista che spesso punta più sulla quantità che sulla qualità. Quindi l’unico modo per godersi “20 Years in a Terminal Grip” è prenderlo per quello che è: una release auto-celebrativa, “esagerata” sotto tanti punti di vista, ma, alla fine dei conti, anche divertente. Considerato che molti dei dischi della band sono riusciti solo a metà, questa è l’occasione per ascoltare tutte le “perle” senza il grasso in eccesso dei filler. Per i novizi, la tracklist del best of potrebbe anzi rappresentare una piccola sorpresa, visto che essa contiene la maggior parte dei migliori pezzi del repertorio, presentando un gruppo davvero in palla. Del resto, quando i Paganizer sono particolarmente ispirati, i loro brani non sfigurano affatto di fianco a quelli di mostri sacri come i Grave. Venendo invece al CD dedicato alle rarità, tra inediti, demo e canzoni sinora incluse solo in EP e split, su “20…” troviamo tutto ciò che oggigiorno ci si aspetterebbe da un prodotto di questo tipo. Di nuovo, si potrebbe rimarcare come il numero di brani inclusi sia forse eccessivo, ma ormai ci siamo capiti. Resta comunque il fatto che la compilation si presenta bene ed è certamente stata curata con passione; probabilmente qualcuno ci farà un pensierino per passare un putrido Natale…

TRACKLIST

  1. Nailed Forever
  2. Bleed Unto Me
  3. Among The Unknowing Dead
  4. Scandinavian Warmachine
  5. Even In Hell
  6. You Call It Deviance
  7. Frontier Cthulhu
  8. Life Slips Away
  9. Meateater
  10. Colder
  11. Just Here Rotting
  12. Landscapes Made Of Human Skin
  13. Crusader
  14. On Your Knees
  15. The Cadaverous
  16. Beyond Redemption
  17. Mass Of Parasites
  18. No Divine Rapture
  19. Their Skin Suits Me
  20. Natures Bleeding
  21. Religious Cancer
  22. Viking Hammer
  23. Blood On The Axe
  24. Ode To The Horde
  25. The Cyclone Empire
  26. This Place Is Rot
  27. Gasmask Obsession
  28. Abortion Van
  29. Hell Is Already Here
  30. Massdeath Maniac
  31. Army Of Maggots
  32. Flesh Collector
  33. The Morbidly Obscene
  34. The Festering Of Sores
  35. The Return Of Horror
  36. Born To Be Buried Alive
  37. Carbonized Resurrection
  38. Flesh Nest
  39. Vaken Mardröm
  40. Nothing Really Matters
  41. This Place Of Dying
  42. Morbid Warfare
  43. Grinded And Exiled V 1.0
  44. Fleshnaut V 1.0
  45. Buried Alive
  46. NY Ripper
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.