PAGANIZER – Scandinavian Warmachine

Pubblicato il 17/05/2009 da
voto
7.0
  • Band: PAGANIZER
  • Durata: 00:55:47
  • Disponibile dal: /04/2009
  • Etichetta: Cyclone Empire
  • Distributore:

Che qualcuno fermi Rogga Johansson! Tra Paganizer, Ribspreader, Putrevore e Those Who Bring The Torture (senza contare le varie “ospitate”) il Nostro è praticamente arrivato a rilasciare un album ogni quattro/cinque mesi. Alla faccia dello stakanovismo! Addirittura, questa nuova fatica dei Paganizer viene pubblicata a circa sei mesi da “Carnage Junkie”, ultimo lavoro degli stessi. Vero che quest’ultimo era già pronto da qualche tempo ed è stato pubblicato piuttosto in ritardo, tuttavia ciò non mette assolutamente in discussione la straordinaria prolificità di questo “operaio del death metal”, che nell’ambiente underground si sta facendo sempre più notare. Bisogna anche dire che non tutto quanto offertoci da Johansson negli ultimi anni ci ha favorevolmente impressionato, spesso la quantità ha prevalso sulla qualità, ma, almeno nel caso del nuovo “Scandinavian Warmachine”, non è questo il caso… e c’è anzi da essere contenti per questo ennesimo ritorno. Il settimo full-length del gruppo si rivela infatti alfiere di un buon songwriting, probabilmente il migliore dai tempi di “Murder Death Kill”. Le sonorità espresse sono più o meno quelle di sempre, ovvero un old school death metal svedese che tributa ripetuti omaggi ai grandi Grave, ma in alcuni episodi di questa lunga tracklist è possibile rintracciare anche delle piacevoli (piccole) variazioni, che vanno da un utilizzo un po’ più frequente della melodia ad alcune aperture più tirate e selvagge, che ricordano i Vader. Come accennato, il materiale incluso è parecchio, forse troppo, tanto che in certi momenti il tutto perde un po’ di incisività. Ciò nonostante, è anche vero che era da qualche tempo che i Paganizer non ci proponevano mazzate del calibro di “Forever Scorned”, “Thule In Flames” o “World Of Smoking Ruins”. Quindi questa volta Rogga e compagni si guadagnano una più che ampia sufficienza: tra alti e bassi, loro rimangono comunque una garanzia per gli amanti di certe sonorità.

TRACKLIST

  1. Forever scorned
  2. Scandinavian warmachine
  3. The flesh
  4. Colder
  5. Thule in flames
  6. Distracting the Gods to enable the slaughter of millions
  7. An icon for the damned
  8. Crusader
  9. Bonesaw bonanza
  10. Cold seed burning the world
  11. Morbid panzer battalion
  12. Onward to die
  13. Punishment through defeat
  14. The skies bleed napalm
  15. Undead warhead
  16. World of smoking ruins
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.