PAGAN’S MIND – Enigmatic: Calling

Pubblicato il 06/08/2005 da
voto
6.5
  • Band: PAGAN'S MIND
  • Durata: 01:05:43
  • Disponibile dal: 09/05/2005
  • Etichetta: LMP
  • Distributore: Audioglobe

Terzo album per i prog metaller norvegesi Pagan’s Mind che registrano subito un sensibile passo in avanti rispetto al passato: la band infatti si poneva come obiettivo la detronizzazione dall’olimpo del prog di due mostri sacri quali Dream Theater e Symphony X,  missione evidentemente fallita. Con questo “Enigmatic: Calling”, alle due fondamentali influenze di cui sopra i nostri aggiungono composizioni e partiture mutuate dagli splendidi Threshold, dando così più ariosità ad una proposta che comunque rimane saldamente ancorata al sound dei Dream Theater in primis. Proprio questo è il principale difetto della band, davvero troppo debitore del gruppo di Petrucci, tanto da rasentare il plagio in alcuni passaggi. I primi cinque album del Teatro del Sogno vengono saccheggiati a piacere dai norvegesi, con una menzione d’onore per “Scenes From A Memory”, omaggiato in maniera clamorosa con “Entrance To Infinity”, che peraltro risulta essere la traccia migliore dell’album. Fatta questa inevitabile puntualizzazione, va detto che i ragazzi sono degli eccellenti strumentisti, a proprio agio sia quando la tecnica la fa da padrona, sia quando sono le atmosfere ed il feeling a prevalere. Purtroppo non disponiamo dei testi del lavoro anche se, per quanto si possa capire, si dovrebbe trattare di un concept album. Canzoni brutte non ce ne sono: al contrario, dalla già citata “Entrance To Infinity”, passando per “Enigmatic Mission”, “Taken” e “Resurrection” ed arrivando alla conclusiva “New World Order” siamo davanti a delle composizioni che centrano l’obiettivo, in virtù di un progressive metal tecnico, ma mai esasperato. Gustosissimo poi il breve strumentale “Coming Home”, con tastiere che sembrano uscite da un album hard rock ottantiano e un mood piuttosto allegro. Anche per quanto riguarda la produzione nulla da eccepire: il mixing è stato effettuato ai Fredman Studios che sono una garanzia di qualità. Insomma, è davvero un peccato quella costante sensazione di già sentito che pervade tutto l’album: se in futuro i Pagan’s Mind diminuiranno la componente dreamtheateriana a favore di un sound più personale ed eterogeneo, allora sì che potranno puntare davvero in alto. Per il momento si devono accontentare del ruolo di comprimari.

TRACKLIST

  1. The Celestine Prophecy
  2. Enigmatic Mission
  3. Supremacy, Our Kind
  4. Entrance to Infinity
  5. Coming Home
  6. Celestial Calling
  7. Taken
  8. Ressurection
  9. Appearance
  10. Search for Life
  11. New World Order
  12. Enigmatic Mission (Mpeg Video Clip)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.