PANZER – Fatal Command

Pubblicato il 10/11/2017 da
voto
7.0
  • Band: PANZER
  • Durata: 00:54:23
  • Disponibile dal: 06/11/2017
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

A due anni e mezzo dal disco d’esordio i Panzer, formazione capitanata da Schmier dei Destruction, tornano a far sanguinare i nostri timpani con un nuovo disco e una line-up aggiornata. Il fido Stefan Schwarzmann rimane tuttora inchiodato alla sua batteria, mentre il chitarrista Herman Frank lo scorso anno ha deciso di dare forfait per concentrarsi sui suoi progetti personali. Il suo posto è stato preso dallo svizzero V.O. Pulver (Gurd, Poltergeist), una vecchia conoscenza per i Panzer in quanto produsse il disco d’esordio del trio teutonico. Non è ancora finita, perché Schmier e compagni hanno deciso di aggiungere una seconda ascia da guerra al loro esercito, che risponde al nome di Pontus Norgren, già al servizio degli svedesi Hammerfall. Questa formazione a cinque stelle ha così dato vita al nuovo “Fatal Command”, un disco tutto d’un pezzo, veloce e marziale come una sanguinaria macchina da guerra. Rispetto all’esordio, il gruppo ha affinato ulteriormente la sua proposta, che rimane certamente votata al sacro verbo della violenza heavy metal, ma qui appare arrangiata in modo più fine ed oculato. Il connubio tra thrash ed heavy metal è qui molto evidente, l’opener “Satan’s Hollow” offre strofe potentissime ed un ritornello meno ferale in cui spicca un maggior senso melodico. “Fatal Command” attacca con una batteria degna dei Motorhead, Schmier tenta di liberarsi dallo stile con cui è conosciuto nei Destruction per dare una connotazione più heavy alla sua voce, cosa che gli riesce meglio sulla successiva “We Can Not Be Silenced”. L’ascolto prosegue senza tanti momenti di pausa, ogni brano sembra una cannonata pronta a bucare le mura più inespugnabili. La classicheggiante “I’ll Bring you The Night” contiene cavalcate e parti di chitarra quadrate che possono ricordare gli Accept, ma con una veste ancora più violenta. V.O. Pulver e Pontus Norgren ci regalano una performance degna di nota non limitandosi solo a macinare riff schiacciasassi, ma infarcendo i brani di parti melodiche capaci di esaltare la componente più classic metal della musica firmata Panzer. Degna di nota la cover finale di “Wheels Of Steel” (presente nell’edizione digipack e doppio vinile), capolavoro firmato Saxon che qui viene abilmente brutalizzato, senza però violentare lo spirito originale del brano. “Fatal Command” sostanzialmente non porta nulla di nuovo all’interno della scena metal, ci troviamo di fronte a quattro metallari incazzati che suonano la musica che amano, del puro e semplice heavy metal. Nessun miracolo, ma buona musica.

TRACKLIST

  1. Satan's Hollow
  2. Fatal Command
  3. We Can Not Be Silenced
  4. I'll Bring You The Night
  5. Scorn And Hate
  6. Afflicted
  7. Skullbreaker
  8. Bleeding Allies
  9. The Decline (And The Downfall)
  10. Mistaken
  11. Promised Land
  12. Wheels Of Steel
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.