PATHOLOGY – Lords Of Rephaim

Pubblicato il 21/09/2013 da
voto
6.0
  • Band: PATHOLOGY
  • Durata: 00:33:14
  • Disponibile dal: 03/09/2013
  • Etichetta: Sevared Records
  • Distributore:

Fedeli alla tradizione di pubblicare un disco all’anno, i californiani Pathology tornano a narrarci dellle loro fantasie cospirative attraverso un death metal di cui si conosce ormai bene la forma: brutalissimo, quadrato, discretamente tecnico e carico di groove nella sua veste migliore, un po’ ripetitivo e tedioso in quella peggiore. La cosa positiva è che non manca qualche tratto di variazione, in modo tale che la “portata” sia un po’ più saporita: l’intro iniziale, basata sul motivo principale del film “Lords Of Salem”, anticipa un carattere più cupo del solito di suoni e composizioni che, talvolta, mostrano soluzioni più conformi ad uno stile classico, piuttosto che unicamente brutale (pezzi come “Empire” o “Among Skinwalkers” possono confermare quanto detto, ascoltandone i riff); alcune canzoni, addirittura, mostrano qualche “novità attitudinale” , come “Autumn Cryptique” (con la sua insolita vena dinamica) o “Dies Irae…” (decisamente più atmosferica rispetto alla media del gruppo). Il problema, come sempre, è rappresentato da qualche riempitivo di troppo, che finisce per minare l’interesse suscitato dall’album: ovvio che non manchino il mestiere, né il piacere, di suonare certe cose, però – in nostra umile opinione – si sarebbe potuto procedere con maggior cautela, cercando di fare una selezione più adeguata di ciò che viene pubblicato visto che, se degli ultimi tre album si fossero selezionati gli episodi migliori, avremmo avuto tra le mani un album decisamente più valido, nel ragionevole arco temporale di due/tre anni.

TRACKLIST

  1. Mountain of the Dead
  2. Lords of Rephaim
  3. Excisions
  4. Autumn Cryptique
  5. Dead Commandments
  6. Empire
  7. Ascending Below
  8. Among Skinwalkers
  9. Dies Irae...
  10. It's in the Blood
  11. Reign from Above
  12. Path of the Divine
  13. Code Injection
4 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.