PENTAGRAM – Sub-Basement

Pubblicato il 17/01/2002 da
voto
8
  • Band: PENTAGRAM
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta:
  • Distributore:

Sub. Ciò che sta sotto. Ciò che sta sotto e dimenandosi muove la terra. L’inferno se volete. Sono le note infuocate del power-doom di “Bloodlust” ad inaugurare un terremoto di proporzioni epocali. Sismografi impazziti per un suono tanto sotterraneo da far tremare il cuore nel petto, un’inarrestabile carica di doom ammantato dei colori desertici e lisergici dell’ hard psichedelico. Se non lo sapete, i Pentagram il doom se lo sono inventato. Come Volta con la pila, nè più nè meno. “Sub-Basement”, e qui mi arrischio, è probabilmente uno dei tre migliori album di tutti i tempi nel suo genere. Da sempre meno litanica dei Candlemass e più punk dei Saint Vitus, la band di Bobby Liebling è riuscita a sublimare con questo nuovo parto la formula messa a punto con i precedenti album. Riffs che si ingoiano l’un l’altro fino a convergere in una vibrazione acida, psichedelica pur nella sua concretezza. Profondo, concreto, consapevole ROCK’N ROLL. Questo in poche parole è il nuovo album dei Pentagram. Nelle note di “Sub-Basement” riecheggia la storia della musica di cui scrivo e che amo ascoltare, le valvole di un Marshall che urlano di gioia sotto le plettrate del partner in crime Joe Hasselvander sono il figlio perfetto di quasi trent’anni di vita dei Pentagram. La disperazione di “Go In Circles”, l’ineluttabilità della title track o la singolare solarità acida di “Out Of Luck” sono una delle espressioni più sincere della musica pesante degli ultimi anni. Siamo solo a Gennaio, ma difficilmente “Sub-Basement” perderà il podio nella mia playlist di fine 2002. Per chi ama il rock.

TRACKLIST

  1. Bloodlust
  2. Buzzsaw
  3. Drive Me To The Grave
  4. Sub-Intro
  5. Sub-Basement
  6. Go In Circles (Reachin' For An End)
  7. Mad Dog
  8. After The Last
  9. Tidal Wave
  10. Out Of Luck
  11. Target
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.