PHLEBOTOMIZED – Devoted To God / Preach Eternal Gospels

Pubblicato il 23/06/2013 da
voto
6.5
  • Band: PHLEBOTOMIZED
  • Durata: 01:07:08
  • Disponibile dal: 08/04/2013
  • Etichetta: VIC Records
  • Distributore:

Per chi ha vissuto gli ormai seminali anni novanta il nome dei Phlebotomized ha sempre rappresentato un sinonimo di avanguardia; riascoltando ancora oggi la musica del combo olandese ci si accorge di quanto già venti e più anni fa fosse estremamente avanti rispetto a quella dei loro contemporanei. La Vic Records con questa compilazione ci da l’opportunità di ascoltare due dei primissimi lavori della band, ovverosia il demo “Devoted To God” del 1992 e l’EP “Preach Eternal Gospels” dell’anno successivo. Il sound dei Nostri é già decisamente maturo, sebbene ancora in formazione; il pout pourrì messo in atto dal combo é alienante e quasi onnicomprensivo. Ascoltando una qualsiasi delle tracce qui presenti ci si rende conto di quanto coraggio abbiano avuto gli olandesi a proporre questo genere musicale, che poggia solamente le basi all’interno di un alveo death metal per andare poi a cercare soluzioni diversissime tra di loro e – riascoltate oggi – non sempre riuscite. Rimane arduo non perdersi all’interno dei brani dei Phlebotomized, capaci di alternare esagerate sfuriate death grind, doom ossianico e progressivo e dark sinfonico ed orrorifico, creato dalle tastiere di Ben Quak e dal violino di Maarten Post. Il growling old school catarrosissimo di Ben Schuyer (sostituito poi dal più talentuoso Dennis Geestman) contribuisce a mantenere il tutto all’interno di una sfera underground che in effetti i Nostri non riusciranno mai a superare. La produzione non ha retto l’impatto con la modernità e risulta oltremodo castrante, soprattutto per ciò che concerne i brani più estremi di “Devoted To God”. Le prime cinque tracce sono appunto estratte dal demo del ’92 e mettono in luce un indole ancora molto legata all’extreme metal, ma che va già oltre ogni qualsivoglia catalogazione. Decisamente migliori gli episodi di “Preach Eternal Gospels”, a partire da una grandissima title track che inizia ad innestare le prime melodie classiche e rockeggianti all’interno di una struttura complessa all’inverosimile. Bene anche “Mustardgas”, che fino a quel momento era la cosa più doom mai composta dall’ensemble di Rozenburg. A chiudere troviamo tre brani live risalenti ai primissimi anni novanta, assolutamente ingiudicabili a causa di una registrazione indecorosa che annulla qualsiasi velleità di giudizio. Acerbo ma interessante “Devoted To God”, decisamente buono “Preach Eternal Gospels”. Di li a poco infatti i ragazzi avrebbero affinato ulteriormente il loro sound con la pubblicazione del capolavoro “Immense, Intense, Suspense”, che ridefinirà il concetto di crossover avanguardistico. Questa raccolta ci propone le prime versioni di alcuni brani entrati poi in repertorio e ci lascia intravedere la crescita notevole di una band che ha sempre fatto dell’originalità a tutti i costi il proprio vessillo, anche a costo di rimanerne scottati.

TRACKLIST

  1. In Search Of Tranquility / Subtle Disbalanced Liquidity
  2. Desecration Of Alleged Christian History Fate Of A Devotee / Devoted To God
  3. Tragic Entanglement
  4. Ataraxia
  5. In Memory Of Our Departured Ones
  6. Mustardgas
  7. Preach Eternal Gospels
  8. Tragic (Live)
  9. Subtle (Live)
  10. Desecration (Live)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.