PHOBIC – The Holy Deceiver

Pubblicato il 04/12/2012 da
voto
7.5
  • Band: PHOBIC
  • Durata: 00:38:10
  • Disponibile dal: 26/11/2012
  • Etichetta: Punishment 18 Records
  • Distributore: Andromeda

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Se seguite regolarmente la sezione recensioni di Metalitalia.com, avrete capito che non riteniamo tutte abbaglianti le recenti proposte del rinverdito filone old school death metal; un sotto-genere che in linea di massima amiamo molto, ma che, almeno ultimamente, spesso e volentieri è solito scadere nel più piatto auto-citazionismo. Il nuovo album dei Phobic, tuttavia, riesce a manifestarsi come una piacevole eccezione a questa attuale regola. Il secondo parto ufficiale del gruppo guidato dal chitarrista/cantante Theharian, che arriva fra noi addirittura a undici anni di distanza dalla pubblicazione del debut “Sick Bleamished Uncreation”, si dimostra infatti un bell’esempio di death metal novantiano, composto, suonato e registrato con tutti i crismi. Il titolo, “The Holy Deceiver”, ne rivela già lo spirito infernale, ma è ovviamente l’ascolto a svelare tutta la sua invidiabile carica impetuosa, all’insegna di un death metal affilato e carnale, che affida gran parte delle sue sorti alla verve interpretativa del frontman Jericho, così come al notevole rifferama di Theharian, che affianca spiccati riferimenti swedish (Dismember e Carnage in particolare) a occasionali suggestioni americane, ben inserite soprattutto quando le ritmiche rallentano. Per una volta, gli esiti appaiono prevedibili – d’altronde, sempre di old school death metal si tratta – ma non terribilmente scontati: sono l’ispirazione di cui gode lo sferragliante lavoro di chitarra, la vitalità del drumming e, in generale, la furia iconoclasta e l’ardore che permea l’intera tracklist a decretare il successo dell’album. Proprio come gente come Interment o Maveth, i Phobic non sono un gruppo salito sul cosiddetto carrozzone della vecchia scuola all’ultimo momento: stiamo parlando di musicisti che, in un modo o nell’altro, hanno dedicato la carriera a certe sonorità e che ora, grazie all’esperienza accumulata nell’underground, giustamente si permettono di mettere su disco la loro versione di questo sound e di dare una piccola lezione di stile e concretezza ad ascoltatori e colleghi alle prime armi. “The Holy Deceiver” è dunque quel che si dice un lavoro spontaneo e ben curato sotto ogni punto di vista; un disco il cui ascolto mantiene completamente quanto suggerito dalla confezione.

TRACKLIST

  1. Intro / The Holy Deceiver
  2. Necrosanctity
  3. Liar - from the Deepest of His Soul
  4. Christianized
  5. Blessed Lust Arrogance
  6. Atrocity by Lies, Dominion of Breeds
  7. Life? / Death. 'Till the End
  8. Sunday's Vomit
  9. Followin' the Light
  10. Phobic
  11. The Orison / Outro
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.