PIG DESTROYER – Natasha

Pubblicato il 27/11/2008 da
voto
7.0
  • Band: PIG DESTROYER
  • Durata: 00:37:55
  • Disponibile dal: 23/11/2008
  • Etichetta: Relapse Records
  • Distributore: Masterpiece

Tutti conosciamo i Pig Destroyer per il loro grind potente e “muscoloso”, preciso e annichilente. Con questo “Natasha” (inizialmente uscito come DVD audio mixato in 5.1 unito a “Terrifyer”, precedente lavoro dei quattro) la band si discosta molto dai loro canoni, proponendo un lavoro che ha un incedere di base di matrice doom/sludge, inframezzato da parti quasi noise/drone e da suoni ambientali, il tutto a formare un unico brano di circa 38 minuti. Operazione coraggiosa e fuori dagli schemi, quella compiuta dal quartetto statunitense, e riuscita sì, ma solo in parte. Le parti suonate infatti risultano molto buone, con carattere e tiro: sono insomma veramente efficaci. Purtroppo però le parti ambientali e d’atmosfera spezzano eccessivamente il brano e a volte sono protratte un po’ troppo a lungo. L’idea è sicuramente ottima, e un plauso va al gruppo per averla realizzata in una maniera sicuramente personale. Il disco avrebbe probabilmente beneficiato di qualche sforbiciata (non molte, intendiamoci), in modo da rendere il tutto più coeso e fluido. Rimane comunque davvero un buon lavoro, soprattutto per i patiti di generi più dilatati come sludge e affini, che potranno apprezzare il tipo di esperimento compiuto dai Pig Destroyer.

TRACKLIST

  1. Natasha
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.