POVERTY’S NO CRIME – Save My Soul

Pubblicato il 20/10/2007 da
voto
5.0
  • Band: POVERTY'S NO CRIME
  • Durata: 00:53:35
  • Disponibile dal: 27/09/2007
  • Etichetta: Inside Out
  • Distributore: Audioglobe

Non convince per nulla il nuovo album dei tedeschi Poverty’s No Crime, il quarto nella carriera della band, intitolato “Save My Soul”. Parliamo di un album di classicissimo power prog di matrice teutonica, dove l’intransigenza metal cammina a braccetto con la melodia del prog, dei soliti Dream Theater e dei meno fortunati Threshold, sempre più concentrati sul lato heavy del prog. Se queste premesse sembrano sollevare qualche piccola speranza su questo dischetto, è proprio l’ascolto a deludere sotto ogni aspetto. Dieci pezzi (di cui una breve intro) privi di mordente, spaesati nel caos di un affollato crocevia tra melodia e trasgressione, tra citazionismo da quattro soldi e volontà di intraprendere una strada dell’originalità non ancora percorribile. Ecco che, in una produzione che colpevolmente lascia in disparte le chitarre, prive di mordente, e che si concentra sulla insipida voce di Volker Walsemann, i dieci pezzi si susseguono uno dietro l’altro, senza lasciare il benché minimo ricordo del loro passaggio. Al decimo ascolto, è possibile ricordare esclusivamente i ritornelli di “Save My Soul”, “The Torture” e “Spellbound”, che a conti fatti si confermano le unice tracce degne di nota, grazie ad un azzeccato mix di prog e dark ben reso dai malinconici ritornelli. Il resto è da buttare, e ci dispiace dirlo anche perché stiamo decretando l’insuccesso della InsideOut, un’etichetta da sempre promotrice di ottima musica, dall’indubbio valore artistico/musicale. Possamo vederla così: “Save My Soul”, l’eccezione che conferma la regola!

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Open Your Eyes
  3. Save My Soul
  4. End In Sight
  5. The Key To Creativity
  6. In The Wait Loop
  7. The Torture
  8. Spellbound
  9. From A Distance
  10. Break the Spell
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.