PRONG – Songs From The Black Hole

Pubblicato il 02/04/2015 da
voto
7.0
  • Band: PRONG
  • Durata: 00:42:09
  • Disponibile dal: 30/03/2015
  • Etichetta: SPV Records
  • Distributore: Audioglobe

Per festeggiare gli ormai trent’anni di attività, i Prong, capitanati dal solito inossidabile Tommy Victor, decidono di pubblicare un album di cover, un lotto di canzoni significative per loro (o forse dovremmo dire ‘per lui’) reinterpretate in salsa Prong. Ecco quindi che rimaniamo piacevolmente sorpresi da una scelta dei brani molto oculata, intelligente, di ampie vedute e che va a pescare in un panorama musicale che di metal non ha praticamente nulla. Ecco quindi che l’apertura del disco viene affidata ad un brano dei Discharge, forse uno dei gruppi che più ha influenzato la scena metal da un certo periodo in poi (dalla fine degli anni ’80). Questa versione di “Doomsday” possiede tutta l’ignoranza dei Discharge, ma è assolutamente piena del groove tipico dei Prong. Notevole è la resa di brani che potremmo definire “simbolo” dell’hardcore come “The Bars” dei Black Flag e “Banned In D.C.” dei Bad Brains. Avrebbero potuto giocare sul sicuro, Victor e soci, puntando forte su suoni duri e puri, facendo quello che fondamentalmente hanno fatto per anni e anni, e invece ci regalano tanti spunti di riflessione sulle derive del loro suono, come cover dei Sisters Of Mercy, dimostrazione del fatto che il sound dei Prong trae spunto anche da sonorità più melodiche, così come quella degli Hüsker Dü a cui però viene data una bella manata di energia aggiuntiva. Obbligato il passaggio attraverso Killing Joke con “Seeing Red”, che quasi quasi ci verrebbe da scambiare per un brano un po’ sperimentale scritto dai Prong. “Cortez The Killer” di Neil Young è invece lasciata a mo’ di sigla finale, a concludere un disco che si lascia ascoltare davvero molto piacevolmente. Una volta tanto un album di cover non ci è parso un modo come un altro per far uscire qualcosa, bensì un capitolo sensato che si inserisce dignitosamente nella loro discografia, facendoci venire voglia di andare a riascoltare e riscoprire, ad esempio, un gruppo come i Fugazi.

TRACKLIST

  1. Doomsday (Discharge cover)
  2. Vision Thing (The Sisters of Mercy cover)
  3. Goofy's Concern (Butthole Surfers cover)
  4. Kids Of The Black Hole (Adolescents cover)
  5. Bars (Black Flag cover)
  6. Seeing Red (Killing Joke cover)
  7. Don't Want To Know If You Are Lonely (Hüsker Dü cover)
  8. Give Me the Cure (Fugazi cover)
  9. Banned In D.C. (Bad Brains cover)
  10. Cortez The Killer (Neil Young cover)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.