PROSPECTIVE – Beyond

Pubblicato il 01/11/2016 da
voto
7.5
  • Band: PROSPECTIVE
  • Durata: 00:42:09
  • Disponibile dal: 20/09/2016
  • Etichetta:
  • Distributore:

Cos’è il talento? Be’, così su due piedi, ci verrebbe da dire: la capacità innata che ha un individuo nel fare bene qualcosa. Chi vi scrive non sa bene cosa sia, o come quantificare il talento di questi ragazzi bolognesi, ma fatto sta che il loro lavoro merita tutta il riconoscimento possibile, dato che quello che hanno compiuto questi Prospective è davvero notevole. Una banda di ragazzini poco più che ventenni  si mette insieme nel 2014  e decide di provare finalmente a suonare e fare propria la musica dei propri idoli, un prevedibilissimo e modaiolo djent a tinte progressive. Questo almeno sulla carta, perché di prevedibile la musica dei Prospective ha davvero poco, se non le coordinate di riferimento. Il combo felsineo, infatti, riesce a costruire dei pezzi incredibilmente maturi e ragionati a dispetto dell’età anagrafica, dove potenza e melodie sognanti si fondono in un’unica essenza che porta il fortunato ascoltatore verso posti lontani senza bisogno di lasciare la propria stanzetta. Certo, i riff arzigogolati e i tempi contorti sono una costante, ma senza mai dare quel senso di onanismo musicale tanto frequente in questo tipo di uscite. Abbiamo la morbidezza dei migliori Tesseract, ma anche le bordate controllate dei Periphery, musica complessa insomma, ma con sempre un occhio di riguardo per l’orecchiabilità e la facilità di assimilazione. Oltretutto, la resa sonora affidata ai Wavemotion Studios di Mirandola è davvero di prima qualità, non lasciando trasparire alcuna differenza formale tra questo autoprodotto e le grandi produzioni d’oltreoceano, così come le prestazioni dei singoli musicisti, capitanati dalla splendida voce di Pietro,  il quale suona sempre preciso e convincente dietro il mic, in tutti i registri. I Nostri sembrano dare il meglio nei pezzi più introspettivi e morbidi, quali ad esempio la quasi post-rock “Oumaima”, oppure la atmosferica ma decisa “Oblivion”, tra scale, downtuning e ritmiche granitiche, anche se, ad onor del vero, ogni episodio di questo lavoro è di prima qualità, proiettando direttamente questi ragazzi tra i vertici del genere. Se il quintetto riuscirà a continuare a migliorare e ad evolversi con questa velocità, avremo davvero delle belle sorprese. Promozione totale.

TRACKLIST

  1. Noise Source
  2. Watershaped
  3. Visions
  4. Oumaima
  5. Interlude
  6. Overground
  7. ZEIST
  8. Oblivion
  9. Afterlife
  10. Genoma N99
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.