PROSTITUTE DISFIGUREMENT – Left In Grisly Fashion

Pubblicato il 04/10/2005 da
voto
6.0
  • Band: PROSTITUTE DISFIGUREMENT
  • Durata: 00:29:10
  • Disponibile dal: 06/06/2005
  • Etichetta: Neurotic Records
  • Distributore: Masterpiece

Gli spaccaossa olandesi Prostitute Disfigurement sono giunti al terzoalbum della loro breve ma intensa carriera: dopo degli aggiustamentinella line up (leggi: cambio di batterista e chitarrista), i nostrifirmano un contratto con la Neurotic Records e danno alle stampe questo“Left In Grisly Fashion”, vero e proprio concentrato di brutalitàassortite. A dispetto di tutto, però, gli olandesi non puntano solosull’impatto frontale: i chitarristi Benny e Roel, ad esempio,alternano all’interno delle tracce riffing di scuola death a patternpiù melodici, che contrastano notevolmente con il drumming furioso diMichiel e, soprattutto, con il growling disumano di Nick, che è davveroquanto di più estremo e ributtante sia dato di sentire. Puntando sullesopra citate caratteristiche, i Prostitute Disfigurement sidifferenziano sostanzialmente dalla scena gore death, risultando atratti anche abbastanza riconoscibili e personali. La costruzione dellecanzoni però rimane saldamente canonica: i ragazzi avrebbero potutoinserire schegge impazzite di grind per rendere il tutto piùappetibile: invece, così facendo, per quanto buona sia la loroproposta, perde molto in profondità e longevità. La produzione è ottimaed è stata eseguita presso gli Excess Studios, tra i migliori dei PaesiBassi; l’artwork lascia un po’ a desiderare, anche se è menoorripilante del solito. I Prostitute Disfigurement non hanno di certole capacità di diventare un punto di riferimento della scena, ma,grazie soprattutto alla voce da maiale sgozzato, possono far breccianel cuore purulento degli amanti del gore metal più oltranzista. Onesti.

TRACKLIST

  1. Body To Ravage
  2. Freaking On The Mutilated
  3. Left In Grisly Fashion
  4. The Corpse Garden
  5. Bluedrum Torso
  6. Victims Of The Absurd
  7. Shotgun Horror
  8. Disemboweled
  9. In Death's Decay
  10. Bloodlust Redemption
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.