PROTECTOR – Golem

Pubblicato il 30/08/1988 da
voto
7.5
  • Band: PROTECTOR
  • Durata: 00:37:51
  • Disponibile dal: 29/08/1988
  • Etichetta: Atom H
  • Distributore:

Streaming:

Davvero particolare la storia del gruppo thrash tedesco della cosiddetta ‘seconda ondata’ degli anni ’80 denominato Protector che esordì con la bomba chiamata “Golem”. Dopo questo sussulto la band realizzò altri tre full length album fino al 1993, sfatando in questo caso il mito che i gruppi thrash tedeschi (salvo casi eccezionali) come per incanto nell’anno 1990 si sciolsero o sparirono nell’anonimato. A dire il vero anche i Protector dopo il 1993 sparirono pian piano nell’anonimato, ma non si sciolsero mai perché Marco Pape tenne in vita la band e nonostante continui cambi di line up riuscì a registrare un demo a quattro tracce nel 2000. Il gruppo si mantenne in vita, seppur in uno stato di semi-anonimato per lo meno fino al 2003. Nel 2006 si ebbe invece notizia che il cantante Martin Missy fondò una cover band chiamata “Martin Missy And The Protectors” che suonava vecchi brani dei Protector tedeschi. Nel 2011 questa band ha registrato un promo di quattro pezzi sotto il monicker Protector. Ma torniamo all’ormai lontano 29 agosto 1988, data di uscita dei Protector dall’underground: tranquillizziamo tutti dicendo che “Golem” è un grande album di thrash metal teutonico puro al 100%. L’album è tirato, il cantato con le corde vocali rovinate da chissà quanto fumo e birra è adattissimo a dare un tocco d’estremità in più alla release. Dei Protector impressiona soprattutto il feeling mortifero e di distruzione che sono capaci di creare con il loro thrash d’attacco e dalle venature death metal. La titletrack è uno dei brani migliori dell’album, ma tutti i pezzi non mollano un istante d’intensità, il loro riffing è sempre interessante e più che personale. I Protector, infatti, non sono affatto uno dei tanti cloni della ‘triade’ nazionale Sodom/Kreator/Destruction che infestava in quegli anni la Germania dell’Ovest. Ascoltate “Protector Of Death” e capirete perché i Protector, nonostante siano passate un paio di decadi, si inseriscono a ragione nella storia thrash metal teutonico, uno dei movimenti più peculiari nella storia del metal estremo.

 

TRACKLIST

  1. Delirium Tremens
  2. Apocalyptic Revelations
  3. Golem
  4. Germanophobe
  5. Protector Of Death
  6. Operation Plaga Extrema
  7. Megalomania
  8. Only The Strong Survive
  9. Omnipresent Aggression
  10. Space Cake
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.